Mai dare la colpa ai terroristi di Hamas

Le contorsioni logiche e verbali pur di non dare mai la colpa ai terroristi di Hamas. Al Fatto Quotidiano hanno superato se stessi (qui).

10440910_10152676325461929_6567804008537700807_n

Annunci

Repubblica surreale

Mi è capitato sotto gli occhi il titolone di Repubblica di qualche giorno fa: “RUBY, LA RIVINCITA DI BERLUSCONI”. Trasecolo. La più grande macchina del fango della storia del giornalismo, che su quel processo ha sobillato legioni di guardoni, bigotti, corpi delle donne etc, ora se ne esce con un titolo che avrebbe potuto scrivere un Sallusti un po’ scarico? Surreale.

(Pubblicato ieri su facebook)

Più tasse per tutti!

Le scadenze fiscali di questi giorni mi hanno aperto gli occhi. Finalmente ho capito qual è il vero problema: in Italia le tasse sono troppo basse, troppo poche e troppo facili da pagare. Si può fare molto di più e molto di meglio!

1) TASSE RETROATTIVE: tasse che fino a ieri non esistevano, ma da oggi, invece, esistevano. (in parte il fisco lo fa già)

2) TASSE A SORPRESA: hai appena consegnato il tuo 730, ti giri e dalla torta esce una bella figa con una nuova tassa. Divertente, no?

3) INSTANT TAX: tu sei lì che cammini per i fatti tuoi e arriva uno del fisco con un Gratta&Paghi. Se sei fortunato, hai già in tasca i soldi sufficienti, altrimenti pazienza, puoi pagare quando vuoi. Il quadruplo.

Qualcuno ha altre proposte?

Il giorno dopo, tutti fenomeni

Copincollo due miei post pubblicati ieri e oggi su facebook.

Il giorno dopo son tutti bravi. Per esempio questi (qui), a urne ancora calde, hanno già tirato fuori 7 motivi per il flop di Grillo. Non 1, ben 7. Eppure solo ieri, dico ieri, tutti lo davano alla pari o sopra il Pd. E scommetto che questi, ieri, avrebbero trovato 7 motivi, come minimo, per spiegarci il perché di un successo annunciato (qui).

Un altro che il giorno dopo le elezioni è un fenomeno è Paolo Mieli. Ieri, scanalando, l’ho sentito con le mie orecchie prendere nettamente le distanze dai fessi che si erano fatti infinocchiare dal “sorpasso” di Grillo su Renzi. “Parli per lei” ha detto, risentito, a Formigli. “Io ho il polso del paese e avevo già capito che il sorpasso di Grillo era completamente inventato.” Sì sì, come no. Infatti, 13 giorni fa a Ballarò, non solo stava al gioco dei sondaggi, ma addirittura motivava il sorpasso con la lentezza di Renzi (qui). E dire che basterebbe un po’ di sana prudenza, per non perdere la faccia.

Non solo il Cav: anche il Foglio ai servizi sociali!

Prendo in prestito la formula classica di Nove Colonne per rimarcare con gratitudine il ruolo sociale svolto da Radio Elefante e dal Vitiello del sabato: far sentire meno soli noi garantisti, in questa Italia manettara e conformista. Non solo il Cav: anche il Foglio ai servizi sociali.

Vincenzo Garzillo, Milano

Pubblicata su Hyde Park Corner del Foglio online (qui).

Update 20/5/14, h 15.46: pubblicata anche nella posta del Foglio cartaceo di oggi.