Matteo Renzi, un anno dopo

Lo avevamo lasciato sconfitto nelle urne e dileggiato dai compagni di partito. Oggi lo ritroviamo lanciato verso una vittoria sicura e adorato dai suoi ex dileggiatori. Che cosa è cambiato, rispetto a un anno fa? Primo: alle scorse primarie del Pd ha dimostrato di potercela fare. Secondo: chi lo ha sconfitto, invece, ha dimostrato di non potercela fare. Questi due fattori combinati insieme hanno attirato sul suo carro una grande quantità di prodi (con la “p” minuscola). Terzo: ha preso le distanze dal centro-destra, spostandosi su toni e posizioni antiberlusconiani. Questo gli ha alienato gli scontenti del centro-destra, a cui aveva puntato un anno fa, ma in compenso gli ha fatto guadagnare gli scontenti del centro-sinistra, stracontenti di sentire confermata anche da un giovanotto moderno la loro favola antica, con il principe senza macchia che infilza a morte l’orco di Arcore, o chi ne fa le veci. Quarto: a me sembra un po’ più spompo, più moscetto, un po’ più insipidino, come il pane della sua terra. Ok la battuta, ma dov’è la ciccia? Altra domanda: per la politica italiana questo Renzi porta buone notizie? Come sempre, chi vivrà, vedrà. Ciò che si può dire già adesso, tuttavia, è che il Pd, con questo piccolo Blair alla pappa di pomodoro, passerà da un sogno vago e indistinto made in USA, quello di Veltroni, a un sogno vago e indistinto made in UK. L’incontro del nostro maggiore partito di sinistra con la socialdemocrazia europea, e cioè col suo vero destino, sembra ancora una volta rinviato a data da destinarsi.

Annunci

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...