Pres. Prodi, i “migliori” ti chiedono scusa

Ci fu un tempo in cui i sedicenti “migliori” tra gli italiani chiedevano scusa a chiunque, tedeschi, Obama etc., per i comportamenti dei “peggiori”, soprattutto dell’allora capo del governo Silvio Berlusconi, naturalmente. Un gesto che voleva manifestare distinzione, diversità, superiorità. Io, invece, l’ho sempre ritenuto una boiata odiosa e ridicola, con sottofondo settario e offensivo. Non a caso, oggi un pezzo della sinistra lo rivolge contro un altro pezzo della sinistra. Nello specifico, i renziani di Milano ce l’hanno con quei franchi tiratori del Pd che in parlamento umiliarono Prodi, candidato al quirinale.

Boiata dei renziani (qui)

Piccolo esempio di boiata del passato (qui)