La sinistra, il presidente e la Costituzione

Avete presente quell’atteggiamento fiero e intransigente, che hanno moltissimi a sinistra, quando si parla del ruolo del presidente della repubblica? Non solo i politici, eh, anche gli elettori. Sembrano i custodi di un tempio e del suo idolo immutabile: la Costituzione. In realtà, dietro quella ieraticità c’è una gigantesca dose di ipocrisia e di strumentalità: la costituzione è solo un’arma come un’altra, all’interno della loro guerra totale contro il nemico Silvio Berlusconi. La storia lo dimostra, e infatti, in futuro, cose del genere si leggeranno sui libri di testo. Oggi, invece, solo nella rubrica di Massimo Zamarion (qui):

 “Per molti decenni all’Italia progressista piacque la figura del presidente firmaiolo, soprammobile della repubblica. (…) Poi arrivarono i governi Berlusconi, e i presidenti della repubblica si sentirono in dovere di fargli da tutori, e cominciarono a mettere il becco su tutto. E la repubblica – nel pieno rispetto della Costituzione, s’intende – cominciò a diventare presidenziale per far fronte al pericoloso cripto-presidenzialismo berlusconiano, negatore della Costituzione.”

Annunci

4 commenti su “La sinistra, il presidente e la Costituzione

  1. peppone ha detto:

    Questa fantomatica storia che si dovrebbe basare solo sui sogni ad occhi aperti di quattro militanti di partito non esiste.
    La storia la fanno ifatti.
    Non certro le ridicole riscritture ideologiche dello zamx di turno.
    Ingigantire la “guerra totale” di quattro mentecatti di sinistra è solo un artificio per non ammettere che in fondo Berlusconi è stato solo una mezza sega, non ha mai fatto NIENTE di buono come uomo di governo, sempre fondamentalmente incapace di guidare una coalizione ( TUTTI i suoi governi sono finiti nella cacca per litigi interni ) incapace di guardare al di là dei sondaggi del giorno dopo e di fare qualcosa di lungimirante, capace solo di frignare sulle presunte colpe gigantesche di opposizioni in realtà inesistenti.
    Io ho sempre detto ” nel momento della disgrazia Berlusconi verrà preso a calci negli stinchi dal 90% dai suoi lacchè” quello che è successo nel 2012 mi ha dato ragione al 100%, Berlusconi non ha creato NIENTE e morto lui NIENTE rimarrà.
    Perchè anche se i grandi cambiamenti possono essere frutto di molti piccoli passi, questi piccoli passi devono esistere nella realtà non solo nelle promesse elettorali.
    Proprio l’ abortita riforma del 2006 è un ottimo esempio si sono messe insieme una serie di modifiche in cui quello che piceva ai leghisti faceva schifo ai conservatori, quello che piaceva ai democristiani faceva schifo ai socialisti, e alle fine si è ottenuto qualcosa di indigesto per TUTTI, e gli elettori l’hanno asfaltata, se avesse ascoltato meno i tromboni alla brunetta e cercato di agire con piccoli passi, in 10 anni di governo poteva fare qualcosa di buono.
    Questo diranno i libri di storia, e tutti gli articoli di giornale e i discorsi del antiberlusconismo militante finiranno nel nulla con le stronzate della chiesa Berlusconiana, perchè solo di parole vuote si tratta in entrambi i casi.

  2. vincenzillo ha detto:

    peppone, ma è vero o no che prima alla sinistra il presidente andava bene così com’era, e ora invece va bene questo Napolitano che, di fatto, si intromette eccome, vedi governo Monti?

  3. peppone ha detto:

    Si e allora?
    è quella che il caro Zamax chiama l’essenza della politica,opportunismo visione a brevissimo termine, ipocrisia e presuntuoso disprezzo dell’intelligenza altrui.
    A destra e sinistra in modo identico.

  4. vincenzillo ha detto:

    peppone, “Si e allora?”

    E allora significa che, per loro, la costituzione è solo uno strumento di lotta, che può tornare utile come qualsiasi altro (questione morale, intercettazioni illegali, gossip, pm militanti) nella forsennata caccia all’uomo che è l’essenza della loro politica da decenni. E questa verità è la base di partenza per la fine della loro presunta “superiorità morale” e di conseguenza per la “normalizzazione” della nostra politica. La quale, per tua grande gioia, sarà basata sempre e comunque sul sano conflitto tra destra e sinistra.

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...