Responsabilità sì, inquisizione no

Trascrivo e sottolineo dal blog dell’anarca (qui):

La passione di Martin Luther King per le donne era cosa risaputa, non solo dai capi della Cia che lo controllavano. Jacqueline Kennedy, in un’intervista fatta a pochi mesi dalla morte del marito, definì il reverendo King “un bugiardo di cui le intercettazioni hanno svelato che organizzava incontri con più donne”; ma questa intervista è rimasta nascosta all’opinione pubblica per cinquant’anni, prima di essere pubblicata dal New York Times nel 2011. Se Martin Luther King fosse stato nell’Italia di oggi, e se fosse stato un leader politico di destra, le sue intercettazioni sarebbero state pubblicate sui giornali, i suoi incontri privati resi pubblici e magari qualche magistrato lo avrebbe processato per reati incredibili.
L’America puritana e ancora razzista degli anni ’60 sapeva custodire la privatezza di una vita, se svelarla significava mettere in pericolo la sicurezza nazionale o rendere pubblico ciò che in fondo è una regola del mondo: e cioè che sesso e potere sono una formula alchemica universale; e che l’uomo usa il sesso per dimostrare potere e la donna usa il sesso per avere potere. Dovrebbe essere la responsabilità individuale a sancire il senso dei comportamenti, non l’inquisizione o il moralismo. Con buona pace di certi magistrati e di molti giornalisti. (© Il Tempo, 10 Aprile 2013)

Annunci

Un commento su “Responsabilità sì, inquisizione no

  1. peppone ha detto:

    Peccato che questi discorsi si dimostrino ipocrtiti e pura spazzatura, perchè fingono di non vedere le responsabilità personali di malgoverno di Berlusconi che con la sottovalutazione idiota e in malafede della crisi del 2008 e con una serie incredibile e ininterrotta di enormi stupidaggini ha portato il 99% degli stranieri che comperavano titoli di stato italiani ( senza quei 120 miliardi all’anno saremmo messi MOLTO peggio ) che fosse all’orizzonte un default con l’ impossibilità di avere indietro i propri soldi.
    Il sig Anarca è per sua stessa ammissinone sostenitore di un ridicolo complotto internazionale contro Berlusconi, grandissima stronzata.
    Finchè il valngelo berlusconiano comporterà le negazione della relatà dei fatti, e il rifiuto di capire che l’indecoroso fallimento di Berlusconi era inevitabile per motivi concreti e reali e la paranoia sulla potenza dei media e della magistratura è solo un misero tentativo di nascondere la testa sotto la sabbia.
    Ma si sa come Zamax si ritiene che i fatti siano stupidi e le visioni messianice per cui una sequela di errori con conseguenze negative possa portare in un mitico futuro ad una rivoluzione liberale .
    Continuate a sognare, ma il risveglio sarà duro.

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...