Pompei. Ma non era colpa di Sandro Bondi?

Ma ve li ricordate i bei tempi, quando tutti i disastri di Pompei erano colpa di Sandro Bondi? Era tutto più semplice, allora. Crollava un muro? Bondi vergogna! Si scrostava un mosaico? Bondi vai a casa! Si intasava un vespasiano? Bondi ladro! Capelli nel lavabo? Bondi, Bondi Bondi! In confronto a lui, l’eruzione del Vesuvio era stata come il solletico, per Pompei. Ricordo che perfino quella mozzarella di Fabio Fazio lo aveva aggredito, caso unico su otto milioni di puntate in adorazione dell’ospite. Eppure, Pompei continua a cedere, sfaldarsi, crollare, sbrecciarsi, amputarsi, il 22 ottobre 2011, il 21 dicembre 2011, il 22 febbraio 2012, il 27 febbraio 2012, l’8 settembre 2012, il 12 dicembre 2012 (qui), e chissà quante altre volte. Ma allora, perché Fabio Fazio non mi addita più il colpevole? E io, nella mia infinita giustizia, a chi sputo, su facebook?