La Repubblica e il populismo chic

Quelli di Repubblica suddividono i partiti in due poli: “populisti” contro “europeisti”. In perfetto stile manicheo, le tenebre del male avvolgono quelli accusati di “populismo” (destra), mentre la luce del bene sfolgora su quelli che abbracciano un non meglio definito “europeismo” (sinistra). Intanto, sempre quelli di Repubblica, organizzano un festival a Torino, e scelgono la forma a loro più congeniale: il processo. L'”imputato, l’uomo nero” (copyright Giuliano Ferrara) è Sergio Marchionne, capo di Fiat, mentre “il cavaliere bianco, il difensore degli oppressi” (copyright idem) è il capo della Fiom, il sindacato più filo-sovietico d’Europa. Se non è populismo, questo. Sì, ma, signora mia, di gran classe, eh.

Annunci

5 commenti su “La Repubblica e il populismo chic

  1. peppone ha detto:

    Sai cos’è la fallacia del terzo escluso?
    è l’idea idiota per cui “se i miei nemici hanno torto io ho ragione”.
    L’idea per cui le stronzate della sinistra posssano essere un motivo per credere alle stronzate del SIlvio ne è un classico esempio.
    Possibile che il 100% degli argomenti usati da destra e sinistra in Italia sia “gli altri sono peggio” e ci siano babbei convinti che sostituire l’IMU con altre tasse sia una proposta CHOC ?
    Per come siamo messi è assolutamente indifferente chi vinca le elezioni, è una corsa di asini.

  2. vincenzillo ha detto:

    peppone, “Sai cos’è la fallacia del terzo escluso?
    è l’idea idiota per cui “se i miei nemici hanno torto io ho ragione”.”

    E tu invece sai che cos’è la sinistra italiana? E’ quella cosa che, per fortuna, viene completamente e sovranamente ignorata dalla maggior parte degli italiani. Ma purtroppo, sui media e negli ambienti intellettuali, è assolutamente dominante. E a me sta cosa mi sta talmente sui maroni, ma talmente sui maroni, che lo sfizio di sbugiardarli è più forte di me.

  3. peppone ha detto:

    So benissimo come è la sinistra in Italia, e lo sanno benissimo la grande maggioranza degli italiani, ma l’idea che questa sia dominante negli ambienti intellettuali e nei media è una stupidaggine come quella di chi sostiene che lo sia l’ideologia “neoliberista” ( che non per niente usano gli stessi argomenti ormai tra i berlusconiani e gli estremisti di sinistra non c’ differenza significativa dal punto di vista degli argomenti usati ) , è l’atteggiamento di chi non è in grado di reggere la minima critica argomentata per cui si rifugia in una visione del mondo complottistica e affollata di pericolosissimi nemici da combattare con ogni forza.
    Se in gran parte dei media e degli ambienti intellettuali è maggioritaria l’idea che il berlusconismo sia stata una grandissima inutile perdita di tempo, che Berlusconi sia stato un buffone incapace che ha fatto crescere spesa pubblia a tasse sprecando un occasione unica di salvare l’Italia dalla rovina questo non è un segno di dominio della sinistra, è solo un evidenza dettata da quei fatti che molti per ignoranza o malafede negano.

  4. vincenzillo ha detto:

    peppone, ” l’idea che questa sia dominante negli ambienti intellettuali e nei media è una stupidaggine”

    Sì sì, devi vedere le ovazioni per la destra, agli aperitivi, alle cene, in redazione, dietro le quinte, alle conferenze: tutti in piedi, a una voce sola, “viva Berlusconi, viva la destra!!”

  5. peppone ha detto:

    è proprio questa la stupidaggine senza senso, cioè dire che chiunque non passi il tempo a dire “viva Berlusconi, viva la destra!!” è per forza di sinistra.
    Il manicheismo in malafede per cui esistono SOLO la fede berlusconiana e la “sinistra” è un astrazione ideologica.
    Esistono molte persone di destra è liberali che considerano Berlusconi quello che è, un ridicolo peronista che ha governato male e raccontato un mucchio di fesserie.
    E per quanto ti dispiaccia nessuna ideologia bipolarista cancellerà il fatto che in Italia il centro esiste, e le persone che considerano la destra e sinistra italiane solo due facce della stessa spazzatura ideologica ottocentesca non possono essere trascurate con la solita demonizzazione cialtrona tipica dei Sallusti di turno.
    O dell’infantile argomento tipico dei “filosofi” come Zamax per cui chiunque non si sottometta al Partito sia un collaborazionista del “nemico”.

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...