L’intellettuale mortifero / 2

Quando ho scritto di Buttafuoco (qui), ignoravo che avesse già annunciato la morte della destra per colpa di Berlusconi. Dove? Ovviamente, su Repubblica (qui). Un giornale che, da anni, campa sugli introiti dei necrologi della destra. Uno al giorno, anzi uno a pagina. Questa fascinazione dell’intellettuale per Repubblica – giornale di cui “si nutre”, parole sue (qui) – è significativa. Non è un caso, infatti, che sia la fotocopia della triste parabola politica di Gianfranco Fini. Un altro che si è consegnato mani e piedi all’avversario, senza capire che il vero motivo di un’accoglienza tanto festosa è proprio la sua resa incondizionata. Tra i due, però, c’è una differenza: il politico si è arreso per pochezza, mentre l’intellettuale lo ha fatto per difendere l'”identità”. Povero illuso. Vorrebbe salvarsi l’anima, mantenere la purezza, la fedeltà al vero spirito della destra. Ma, come il politico, non ha colto il punto fondamentale: l’unica destra che piace, da quelle parti, è la destra morta. E loro, al contrario di Berlusconi e del berlusconismo, gliela servono su un piatto d’argento.

Annunci

Un commento su “L’intellettuale mortifero / 2

  1. sporchibanchieri ha detto:

    Muore bene chi muore ultimo!

    Un saluto

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...