Tornare al catechismo

Adoro i “liberi pensatori”. Cervelli fini, razza superiore, che amano prodigarsi per insegnare la “vera” fede ai credenti. Notare che loro non credono in niente, per carità, ma vengono a dirti in cosa devi credere tu. Che generosità! Sull’esempio dei loro avi illuministi, cercano di instillare la loro dottrina, il dubbio universale, nel gregge ignorante e asservito alla Chiesa. Una delle fisse di questa bella gente è considerare un segno della “vera” fede il dare del “perverso” a Dio. Ora, io non sono un teologo, ma “Sommo Bene” e “perverso” non è che sono proprio sinonimi. Tranne, forse, per quelli di Repubblica, giornale molto avanti anche in questo settore del ti-insegno-io-la-vera-fede (qui). A questa sconcezza, mi sento di rispondere in milanese: ma và a ciapà i ràtt!! Traduzione: vai a dar la caccia ai topi, se proprio vuoi renderti utile. E, già che ci sei, un bel ripassino al catechismo non ti farebbe male.

6 commenti su “Tornare al catechismo

  1. pierino60 ha detto:

    Io una trentina di anni fa facevo il catechista, quindi penso di poter parlare con cognizione di causa.
    La domanda che si fa l’articolo non è così superficiale come ritieni, alcuni punti fermi sono:
    1) Per chi ritiene che la vita eterna non esista l’aborto di un feto clinicamente morto, il cui cuore batte solo grazie al fatto che si trova ancora all’interno della madre e la cui presenza è quasi certamente letale per la madre è un banale caso di legittima difesa.
    2) per chi ritiene che la vita eterna esista la certezzza che nell’altro mondo madre e figlio morti entrambi senza peccare finiranno in paradiso mentre nel caso di un aborto la madre avrebbe gravemente peccato potrebbe sembrare un motivo per non fare abortire.
    Ma c’è un punto che non torna, in nessun punto dei Vangeli si è mai detto che sono i politici o i preti o i medici che hanno in mano la salvezza dell’anima di una persona.
    Da questo punto di vista mi sembra che ritenersi depositari della salvezza dell’anima di una persona sia un grave peccato di superbia, la salvezza di una persona è nella esclusiva disponibilità dell’individuo, e chi in base ad una imposizione statale decide che la vita della madre valga SEMPRE meno di quella del feto non mi sembra molto diverso da chi pensa esattamente l’opposto.

    La domanda che si fa nell’articolo e a cui tu nella tua presunta grande conoscenza del catechismo dovresti rispondere è, in quale dogma della chiesa o in quale parte del vangelo sta scritto che sia giusto un accanimento terapeutico dettato da una legge statale che causi inutilmente la morte di una persona ?

    La saggezza della chiesa cattolica è tale che nel catechismo si dice letteralmente che solo il Papa e i vescovi possono decidere quale è la vera e unica interpretazione del Vangelo, e così i fanatici fondamentalisti hanno poco spazio, putrtroppo sono i politici irlandesi o anche qualche sedicente cattolico cialtrone che non conoscono il catechismo.

  2. vincenzillo ha detto:

    pierino, “La domanda che si fa l’articolo non è così superficiale come ritieni”

    Non ho detto che è superficiale. Ho detto che è arrogante. Interrogarsi su cosa è giusto fare, o anche sul rapporto tra politica e fede, è cosa sacrosanta, ma lo si può fare benissimo senza arroganza e senza dare del “perverso” a Dio solo per dare della “perversa” alla Chiesa.

    “mi sembra che ritenersi depositari della salvezza dell’anima di una persona sia un grave peccato di superbia”

    Sono d’accordo. Talmente d’accordo che non mi spiego la tua affermazione immediatamente successiva, che è:

    “la salvezza di una persona è nella esclusiva disponibilità dell’individuo”

    Per i protestanti, forse. Per i cattolici, invece, la parte davvero decisiva spetta a Dio.

    “in quale dogma della chiesa o in quale parte del vangelo sta scritto che sia giusto un accanimento terapeutico dettato da una legge statale che causi inutilmente la morte di una persona ?”

    Su mandato del Padre, e per nostra fortuna, Gesù si è ben guardato dal dare indicazioni politiche precise. Anzi, giusto ieri lo abbiamo sentito ricordare, di fronte a Pilato, che il suo regno “non è di questo mondo”. Questo fatto, unito alle vicissitudini storiche dell’Europa dell’ultimo millennio, permette alle leggi, ai politici cattolici e ai loro elettori di relativizzare il relativizzabile, e di perfezionare il perfezionabile, mantenendo come stella polare il rispetto della “sostanza”, a partire dai dogmi.

  3. pierino60 ha detto:

    qui:
    http://www.vatican.va/archive/catechism_it/p3s1c1a3_it.htm#I. Libertà e responsabilità

    Dio ha creato l’uomo ragionevole conferendogli la dignità di una persona dotata dell’iniziativa e della padronanza dei suoi atti. « Dio volle, infatti, lasciare l’uomo “in balia del suo proprio volere” (Sir 15,14)

  4. vincenzillo ha detto:

    Senza la libertà che citi non ci sarebbe alcun “merito” da parte nostra, ma la libertà e la volontà umane hanno sempre un limite, che vale come ammonimento proprio contro quella “superbia” che citi. Così come la libertà non ce la siamo dati da soli, nemmeno la salvezza ce la possiamo dare da soli. Vedi qui:

    http://www.vatican.va/archive/catechism_it/p3s1c3_it.htm

    “Chiamato alla beatitudine, ma ferito dal peccato, l’uomo ha bisogno della salvezza di Dio. L’aiuto divino gli viene dato in Cristo, per mezzo della Legge che lo dirige e nella grazia che lo sostiene”

  5. borisbattaglia ha detto:

    dai. definire la Marzano un libero pensatore è un offesa sia alla libertà che al pensiero.

  6. vincenzillo ha detto:

    boris, “dai. definire la Marzano un libero pensatore è un offesa sia alla libertà che al pensiero.”

    Sai, qualche anno fa ho visto in tv Michele Dalai dalla Camila Raznovich che si autodava del libero pensatore. Da allora, sinceramente, non mi sento di negarla a nessuno, come definizione.

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...