Fornero è già il “nemico pubblico n.1”

Finita la luna di miele, ecco che il governo Monti si avvia sulla triste china dei governi dei bei tempi andati, Dc, Craxi, Berlusconi: la gogna sui media. Ecco che il passato (e il futuro) di Monti, il suo lavoro per i colossi della finanza globale, comincia a diventare sospetto non solo per i quattro scannagatti di Libero e Giornale, ma per una fetta assai più ampia di informazione. Ecco che Elsa Fornero diventa il “nemico pubblico numero 1” per la grande truppa dei difensori dello status quo, e per i soliti facinorosi sempre pronti alla rissa verbale e fisica, con le tasche già piene di monetine da scagliare. Dice bene Ferrara nell’editoriale sul Foglio di oggi (purtroppo, online è solo per abbonati). Riporto solo una parte “in chiaro”:

In Italia se prendi una decisione perché hai la facoltà, il potere e il dovere di farlo, e se la decisione è formulata nell’interesse comune, ti impiccano in effigie, contestano il tuo diritto di parola, vogliono le tue immediate dimissioni, ti sbertucciano, sei consegnato alla gogna mediatica in attesa di interpellazioni giudiziarie.

Annunci

8 commenti su “Fornero è già il “nemico pubblico n.1”

  1. Frank77 ha detto:

    No in Italia t’impiccano se ti dimostri un’incapace,e per di più dimostri un arroganza che è inversamente proporzionale alla tua capacità

  2. vincenzillo ha detto:

    frank77, “No in Italia t’impiccano se ti dimostri un’incapace,e per di più dimostri un arroganza che è inversamente proporzionale alla tua capacità”

    E i politici no perché sono “incapaci”. E i tecnici no perché sono “incapaci”. Certo che i “capaci”, in Italia, si nascondono bene, eh.

  3. peppone ha detto:

    Nel caso della Fornero l’accusa non è di essere incapace, ma di essere stata troppo poco “politica” facendo la riforma necessaria delle pensioni che era inevitabile da più di 10 anni e che tutti i cagasotto che stavano al governo non hanno fatto preferndo gli accordi cosociativi sottobanco con i tipi come Bonanni da te osannati.
    Non per niente gli insulti più pesanti vengono proprio da quella campana, anche la storia degli esodati è emblematica, ci sono un buon numero di persone che pensavano di essere più furbi degli altri, che hanno fatto accordi personali con le aziende per stare a casa pagati senza fare niente fino al giorno della pensione.
    Adesso se gli accordi erano stati fatti con l’INPS e secondo certe regole verranno rispettati, e da qui vengono fuori i 65mila esodati che verranno accompagnati alla pensione.
    Ma i cretini che sperano che sia ancora possibile prendere facilmente per i fondelli qualche incapace promosso ministro per meriti di fedeltà al partito con tutto l’appoggio degli scribacchini del giornale e di libero, stanno vedendo che è un poco più difficile, perchè pagare adesso la pensione in anticipo a 400 mila persone che avevano preso accordi personali ed assolutamente privati con le aziende che se ne volevano liberare, e che quindi in aseenza di simili accordi sarebbero comunque rimasti senza lavoro in breve tempo significa pescare nei fondi dell’ INPS e quindi andare ad intaccare le già misere pensioni future di chi è giovane adesso.
    L’arroganza della Fornero è basata sulla conoscenza della realtà, quella dei vari Tremonti – Brunetta – Sacconi su idiozie colossali che troppe persone si sono bevute ingenuamente.

  4. leftheleft ha detto:

    no veramente, basta con questi attacchi alla Fornero delle Meraviglie che sennò si rimette a piangere ed il paese non potrebbe sopportare oltre

  5. vincenzillo ha detto:

    leftheleft, “no veramente, basta con questi attacchi alla Fornero delle Meraviglie che sennò si rimette a piangere ed il paese non potrebbe sopportare oltre”

    Eh, lo so che tu sei molto critico coi tecnici. Io, invece, al di là della satira, credo che vadano comunque fatti lavorare. E, casomai, “sfruttati”.

  6. peppone ha detto:

    Che possono fare i pidiellini?
    Se appoggiano ciò che di buono fa Monti rischiano di sentirsi dire “perchè non l’avete fatto voi prima ?”
    Se fanno cadere Monti sanno bene che indipendentemente dalle seghe mentali di quel 15% dell’elettorato che non li ha ancora mollati c’è il terrore che la caduta di Monti sarebbe accompagnata da conseguenze poco gradevoli sui tassi di interesse , le cui conseguenze sarebbero fatali per il sistema bancario e un tale sconquasso che TUTTI si troverebbero a pagarne le conseguenze di tasca propria.
    Se continuano come adesso ad appoggiare al 100% monti per pura cagarella e quindi si prendono la responsabilità anche delle minchiate che fa, si dimostrano quello che sono sempre stati, una banda di mezze seghe.

  7. vincenzillo ha detto:

    peppone, “Che possono fare i pidiellini?
    Se appoggiano ciò che di buono fa Monti rischiano di sentirsi dire “perchè non l’avete fatto voi prima ?””

    L’esistenza dei bacchettatori, dei rancorosi, degli invidiosi, dei senza idee, va tenuta nel debito conto. Ma si deve anche tenere conto di altre due cose importanti: la memoria corta degli italiani e, soprattutto, la possibilità di continuare l’opera del mitico Fondatore, nella nuova epoca da lui inaugurata (benché non ancora pienamente visibile ai ciechi e agli stolti).

  8. Frank77 ha detto:

    No Peppone,la Fornero è proprio incapace,oltre a non avere la minima idea su come funzioni il mercato del lavoro.

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...