Più che un’idea, una vera scorreggia

Prima o poi doveva arrivare, doveva per forza, come una sonora scorreggia dopo che ti sei strafogato di fagioli e cotiche. E da dove doveva arrivare, se non dal club dei fighetta del cinema riuniti a Cannes? E infatti, eccola, l’idea: il cinema dev’essere “verde” non solo nei contenuti, ma anche nella produzione. Il set, i materiali, il catering etc., tutto eco-sostenibile, eco-compatibile, eco-responsabile e tutte le eco-menate correlate. Con tanto di “protocollo”, perché oggi gli artisti sono talmente liberi, ma talmente liberi, che non sanno più dove sbattere la testa, se non hanno un qualche “protocollo” a cui conformarsi, come i migliori burocrati (qui). Da oggi, guai a produrre troppa anidride carbonica mentre fai un film! Ma ecco, allora, alcuni dei film già fuorilegge (qui).