Seconda regola: i super partes

L’altro idolo di mia madre, dopo Santoro (qui), è Mentana. Come stile, un personaggio per certi aspetti molto diverso, che non alza mai la voce e non dichiara mai esplicitamente la sua sete di sangue. Ma sentiamo la definizione di mia madre: “sopra le parti”. Commento di vincenzillo: “Paraculismo puro”. Sì, perché il nostro caro “mitraglietta”, quando per esempio mandava in onda le intercettazioni, lo faceva senza il ghigno satanico di un Santoro, e quindi era un po’ più difficile vedere la sua soddisfazione. Ma la soddisfazione c’era, eccome se c’era. Basterebbe andare oltre quell’aria pensosa, a tratti perfino afflitta, di chi ha una pistola puntata alla tempia, e subito si scoprirebbe che il presunto “dovere di informare” ottiene lo stesso risultato della sete di sangue dei giustizialisti doc: ingolfarci di veleni e saturarci di pulsioni distruttive. Pulsioni distruttive che, va ammesso, sono abbastanza “super partes”. Ma non fatevi ingannare: la vera pars del “mitraglietta” è molto chiara, e lo dicono i suoi commentini pacifisti sul costo delle forze armate, o i pensierini filo-palestinesi, o le chiosette anti-fasciste, o i fervorini anti-mafia. La sua recita penosa gli permette di navigare con il massimo agio nel grande fiume del conformismo, che è fatto di giustizialismo, pacifismo etc, ma senza scontentare troppo nessuno, come accadrebbe se avesse il coraggio di dire chiaro e tondo la verità. Per esempio, tanto per stare alla recente cronaca giudiziaria milanese, la verità comprende un elemento essenziale: un uomo che ha decine e decine di cause pendenti (e già un buon numero di assoluzioni) è un perseguitato. Per-se-gui-ta-to. Che si chiami Silvio B o Giancacchio P, non importa. Ma questo, i “super partes” e il loro campione non lo dicono mai. Chissà perché. Da cui, la seconda regola: dai “super partes” ci si può aspettare di tutto, tranne la verità.

Annunci

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...