Sorpresa: oggi va bene anche il populismo

Quelli di Repubblica lo chiamano “populismo aristocratico” e lo salutano festosamente come esito politico, per l’Italia, dopo che il “berlusconismo”, precisano, è finito (più o meno per la 6.570esima volta, una al giorno negli scorsi 18 anni). Trattasi di un modello politico assolutamente inedito, in cui “il premier si rivolge e risponde agli elettori direttamente, attraverso i media.” Non so a voi, ma a me pare talmente nuovo che ricorda vagamente, molto vagamente, quel populismo tanto odiato da Repubblica ai tempi d’oro del Caimano. E infatti, ecco che arriva la precisazione dirimente: “In modo sobrio.” Ah, beh, certo, la sobrietà prima di tutto. Ma anche l’altra paroletta ha la sua importanza: “aristocratico”. Ah, quanto gli piace, a quelli di Repubblica! Gente talmente democratica, ma talmente democratica, che non esiste campo in cui non abbiano combattuto per imporre la loro visione elitaria e settaria: cultura, diritto, patriottismo, liberalismo. In politica “aristocratico”, ci informano, significa “competente”, perché, come tutti sanno, la principale caratteristica del buon capo di governo dei tempi moderni è la competenza assoluta in tutti i campi dello scibile umano e del sociale. Oltre, naturalmente, a una specchiata onestà, meglio se certificata dagli occhiuti procuratori di Repubblica. Come non ricordare con giubilo quel politico che si distinse quale instancabile contadino, gagliardo cavallerizzo, ardimentoso aviatore, fedele pater familias, industrioso operaio etc! Aggiungeteci “preclaro giurista” e “austero economista” e avrete il ritratto del politico perfetto. Per quelli di Repubblica.

Ecco il democratico pezzo dell’aristocratico Ilvo Diamanti sulla populista Repubblica (qui).

Annunci

17 commenti su “Sorpresa: oggi va bene anche il populismo

  1. fridnand ha detto:

    Da sganasciarsi, aspettavo un’altra delle loro sparate sulla falsariga dei bei “Contrordine, compagni!” dei tempi andati (col PCI era tutta campagna).

    ROTFL!

    E il bello è che non deludono mai. Sapevo che se ne sarebbero usciti con una cazzata del genere, non appena chi era più bravo di loro a sfruttare i media se ne fosse andato.

    Basta non avere più a _Quore_ il proprio paese e aspettare. Con questi pagliacci le risate sono assicurate!

  2. vincenzillo ha detto:

    fridnand, “col PCI era tutta campagna”

    LOL

    E considera che siamo solo all’inizio dello show: più passerà il tempo, più ne vedremo delle belle.

  3. ClaudioLXXXI ha detto:

    Ciò che più mi colpisce, anzi mi atterrisce, è la capacità di Repubblica di rovesciare in pochi secondi a 180° la direzione della propria indignazione o ammirazione a seconda dell’utilità politica del momento, e senza che i lettori di lunga data si accorgano dalla contraddizione. Quel che ieri era cattivo, oggi diventa improvvisamente buono, e domani sarà di nuovo cattivo: avanti così.
    Vedi per esempio quando, dopo aver criticato per anni la morale sessuofobica della Chiesa, improvvisamente si trasformarono in sagrestani del pudore per attaccare le serate allegre del Nemico, e invocarono l’ingerenza clericale che prima esecravano come la peste.

    E’ come quando in 1984 un oratore sta dicendo che il nemico politico del momento, poniamo l’Estasia, è cattivissima e orribile, e all’improvviso arriva il comunicato che dice che l’Estasia è un alleato e il nemico è l’Eurasia, e senza problemi tutti cominciano a odiare l’Eurasia e si dimenticano di quel che urlavano un minuto prima.
    Spaventoso.

  4. vincenzillo ha detto:

    claudio, “Quel che ieri era cattivo, oggi diventa improvvisamente buono, e domani sarà di nuovo cattivo: avanti così.”

    Questa contraddittorietà è particolarmente evidente, nefasta e ridicola, in loro, per via della loro intransigenza tanto esibita, e perché vorrebbero farci credere che la politica in sé vada letta con i criteri dell’etica: bene e male, giusto e ingiusto. Pazzesco. Invece, un occhio più “laico” vede bene che la politica comprende in sé una buona dose di contraddittorietà, di caducità nelle alleanze, e dunque a me va benissimo che oggi Tizio sia un nemico e domani un amico, e che di conseguenza gli organi di stampa “di partito” siano ondivaghi nel giudizio su Tizio. Se poi si va a vedere bene questa loro “etica”, si scopre che quella loro intransigenza tanto esibita è in realtà farlocca perché è basata su relativismo e diritto positivo. Ecco perché, come ricordavi, sulla morale sessuale girano e rigirano la fritatta come gli fa più comodo.

  5. Zamax ha detto:

    Nel frattempo, insieme alla riscoperta del populismo aristocratico che serve per appropriarsi di un eventuale successo montiano, Repubblica si copre le spalle in caso d’insuccesso avallando il manifesto di Libertà e Giustizia, molto più consono al giacobinismo della gazzetta, che dice l’esattissimo contrario.
    http://zamax.wordpress.com/2012/02/28/lora-della-montagna-liberal-giustizialista/

  6. Zamax ha detto:

    S’intende che in tutte due i casi è lo spirito settario a dettare la linea. Loro sono i migliori, in un caso o nell’altro, nella variante moderata e in quella estremista.

  7. vincenzillo ha detto:

    zamax, “insieme alla riscoperta del populismo aristocratico che serve per appropriarsi di un eventuale successo montiano, Repubblica si copre le spalle in caso d’insuccesso avallando il manifesto di Libertà e Giustizia, molto più consono al giacobinismo della gazzetta”

    Sì, direi che il “populismo aristocratico” ha funzione tattica, mentre il manifesto del Gustavo è più “strategico”: nel caso non troppo remoto in cui “l’attuale irrecuperabile classe politica” avesse la faccia tosta di ripresentarsi agli elettori, e addirittura raggranellare voti, i ditini sono già lì puntati come un plotone di esecuzione, le ghigliottine già pronte a scattare, come impone la “Volontà Generale” incarnata nel Giurista Maximo.

  8. Pietro ha detto:

    Sarà, ma quanto a spirito settario, opportunismo e contraddittorietà, non vedo grande differenza tra i cialtroni di Repubblica e quelli del Giornale, capisco che i metodi berlusconiani, come i processi politici basati sul nulla ( Telekom Serbia ) siano decisamente meno efficaci dei metodi usati dalla sinistra, ma che si pretenda per questo di cosiderarli più rispettabili.
    Insomma certi metodi li usate anche voi, è inutile che fate le verginelle, il fatto è che voi avete la stessa identica presunzione di essere dalla parte giusta e che questo nobiliti qualsiasi porcata.
    Insomma perchè i berlusconiani quando dicono contemporaneamante che l’intervento sulle pensioni di monti è stato irrilevante e che è stato troppo pesante debbono credersi meno ridicoli dei buffoni di Repubblica?
    O quando usano come Zamax argomenti raffazzonati e incoerenti per giustificare l’ assurda equiparazione dei debiti privati con i debiti pubblici, come se quello che conta sia la dimensione di un debito e non COSA è stato fatto con quei soldi, e i politici italiani che quei soldi hanno usato per Baby pensioni e impiego pubblico improduttivo siano altrettanto lungimiranti di chi con gli stessi soldi ha costruito un sistema industriale e finanziario, e nel momento di crisi si troverà sempre e comunque una ricchezza reale per quanto svalutata in mano, mentre il politicante che ha comperato il consenso a suon di consumi gonfiati con la droga della spesa allegra si troverà solo masse inferocite, e pensare che il sud del’italia sia in condizioni migliori della grecia è abbastanza miope.

  9. fridnand ha detto:

    Vincenzillo, ma tu quando hai adottato il troll lo sapevi che è impegnativo allevare questa specie?

    Ora ti si è affezionato e sarebbe crudele darlo via… (ricordati che abbandonarli è reato penale!). L’unica cosa che puoi fare è pagare un buon addestratore che gli faccia perdere il vizio di parlare a ruota libera di tutto quello che gli passa per la testa.

    In bocca al lupo, ne hai bisogno.

    PS
    MA gliel’hai fatto mettere il chip? Ricordati che è obbligatorio!

  10. Topenz ha detto:

    Veciè, ti leggo sempre con piacere!
    Vecienz Topenz.

  11. vincenzillo ha detto:

    pietro, “certi metodi li usate anche voi, è inutile che fate le verginelle”

    Mai stato vergine in vita mia.

  12. vincenzillo ha detto:

    fridnand, “MA gliel’hai fatto mettere il chip? Ricordati che è obbligatorio!”

    LOL

    “L’unica cosa che puoi fare è pagare un buon addestratore che gli faccia perdere il vizio di parlare a ruota libera di tutto quello che gli passa per la testa.”

    Provarci, ci provo, ma temo che parlare a ruota libera faccia parte del suo personaggio. Pietro è fatto così e bisogna accettarlo così com’è.

  13. vincenzillo ha detto:

    topenz, “Veciè, ti leggo sempre con piacere!”

    Grazie mille.

  14. leftheleft ha detto:

    ditemi che è uno scherzo…

  15. Pietro ha detto:

    Sinceramente il mio “personaggio” nella vita di tutti i giorni è abbastanza meno logorroico di quello che scrive qui, forse perchè di fronte a persone che vedono nella rissa da stadio tra diverse fazioni politiche senza nessun rispetto per la realtà dei fati un divertente passatempo , un rilassante svago della fatiche della giornata.
    Insomma io sono sempre stato onesto su quasto fatto, non prendetemi troppo sul serio, anche se cerco di usare argomenti sensati e la logica elementare, penso che le baruffe tra persone che credono di trovare nell’ essere parte di uno schieramento la soluzione di un qualsiasi problema siano pura perdita di tempo, e che la politica possa essere più dignitosamente anche quella che faceva ai bei tempi il partito radicale, impegnarsi per piccoli cambiamenti su cose concrete e non prendere troppo sul serio chi fa promesse poco credibili.

  16. vincenzillo ha detto:

    leftheleft, “ditemi che è uno scherzo…”

    Beh, Repubblica, in effetti, è di per sé uno scherzo della natura.

  17. vincenzillo ha detto:

    pietro, “senza nessun rispetto per la realtà dei fati”

    Nel tuo refuso, “fati”, si nasconde una grande verità: qui si raccoglie gente che di fronte a quel “fato” che ci propinano quotidianamente le gazzette progressiste tipo Repubblica, le “magnifiche sorti e progressive”, avverte l’inganno e si riconosce in altro.

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...