Quando manca la fiducia

La fiducia è la vera base della nostra società. E’ immateriale, sì, ma quando c’è, è la base più solida possibile. Il suo, e nostro, problema, è che oggi viene troppo spesso sotterrata dal sospetto e dalla paura. Sospetto e paura che sono il naturale frutto di una mentalità che guarda sempre e solo alla materia. Questa mentalità si offre a noi come liberatrice, ma è una balla. Guardare sempre e solo alla materia (così come guardare sempre e solo allo spirito) non fa affatto bene né all’individuo né alla società. Anzi, ci confonde e ci sottrae quote di libertà, per cederle a poteri insaziabili. Un ottimo Zamax (qui).

Pierluigi risponde a Eugenio. Ed è psichedelia

Il segretario del Pd Bersani risponde a Scalfari, il quale è nettamente contrario a un’eventuale scelta del Pd per la socialdemocrazia (qui). E la sua lettera a Repubblica è una presa di posizione netta, virile, definitiva, con quel tono annoiato di chi si è ormai stufato di spiegare l’ovvio, che caratterizza da sempre il segretario e il suo partito: “Noi non siamo più in cerca di un’identità“. Infatti, di identità ne hanno già fin troppe. A coronamento di un bel po’ di fuffa, il segretario ci trasporta poi nella pura psichedelia:

Il nostro profilo sarà semplicemente il prodotto di ciò che diremo e che faremo per l´Italia e per l’Europa, sostenendo i valori e gli interessi che vogliamo rappresentare.

In pratica: voi intanto votateci a scatola chiusa, che poi al resto ci pensiamo noi, sorbole! Insomma, lo volete capire o no, che in Europa “si è formato il gruppo dei Socialisti e dei Democratici Europei, che sta lavorando bene“? Questo farebbe pensare che il segretario voglia congiungersi esplicitamente con il Pse, contrariamente a ciò che auspica Scalfari. Ma non è così. Infatti, il vero obiettivo è un altro:

una organizzazione internazionale dei progressisti che oltrepassi le antiche famiglie e che raccolga i soggetti socialisti, democratici e liberali, di tradizione ambientalista o di ispirazione religiosa, che in tutto il mondo combattono il liberismo della destra conservatrice” [sottolineatura di vincenzillo]

Capito? E’ il Pse che si deve adeguare al Pd! E’ il Pse che deve entrare nel Pd! Dai, se non è psichedelia, questa. Tutto pur di non fare i conti col passato, di non perdere la Bindi, di tenere la porta aperta a Casini e di farsi battere in casa propria da Vendola. E allora sì: basta con le “antiche famiglie”! Basta con la gens Giulia, i Flavii, i Colonna, i Borgia e i Buddenbrook. Basta con i socialisti e i socialdemocratici! Quella è roba vecchia, ormai. Oggi è tempo di cambiare, di innovare, di andare. Non importa dove, basta che sia oltre, oltre, oltre!