ACAB. L’epica più stronza della storia

Se uno fa un film e lo intitola ACAB, cioè All Cops Are Bastards, cioè “tutti i poliziotti sono bastardi”; se cavalca quell’epica da stronzi che fa un torto morale e letterario al creatore di Moby Dick e al celebere capitano nemico mortale della balena bianca; se in conferenza stampa mette le mani avanti e dice che il suo film, per carità, “non intende mettere sul banco degli imputati la polizia” (e questa excusatio non petita non ci insospettisce, nooo); se i suoi poliziotti sono “di estrazione fascista”; se la sua è una “società malata” e se il suo è un “sistema impazzito”; se poi è capace di fare incazzare perfino quelli a cui vorrebbe lisciare il pelo, quelli che amano coltivarsi giorno dopo giorno il loro odio universale e istigarsi già da soli alla guerriglia urbana, senza bisogno di farci sopra un film; e se questi bellimbusti vanno alla presentazione del film, come è successo, armati e incazzati come piace al regista, ma questa volta ce l’hanno proprio con lui, perché si sentono scippati del copyright sull’odio; insomma, se a questo punto il regista si caga addosso, che fa? Chiama la polizia? Il rischio è che trovi occupato. Perché bastardi sicuramente sì, ma fessi magari no.

Annunci

16 commenti su “ACAB. L’epica più stronza della storia

  1. Pietro ha detto:

    Boh. A me sembra un prodotto da botteghino come tanti, che farà felice l’editore del libro (Berlusconi) e la RAi che lo produce.
    Ci sono ragazzini segaioli che si rincoglioniscono con i cinepanettoni e quelli che lo fanno con filmetti del genere, ma definirli EPICA e pensare che un filmetto da quattro soldi possa coltivare l’odio universale o istigare alla guerriglia urbana mi sembra irreale.
    Come sempre esageri la potenza dei media, come se le persone siano tutti baluba con l’anello al naso e la sveglia al collo, poi ti stupisci che non si facciano infinocchiare dalle palle raccontate dal primo politicante da strapazzo…..

  2. vincenzillo ha detto:

    pietro, “Ci sono ragazzini segaioli che si rincoglioniscono con i cinepanettoni e quelli che lo fanno con filmetti del genere, ma definirli EPICA”

    L’epica a cui mi riferisco non è solo questo film, e dal post mi sembrava chiarissimo. L’epica è ciò che, nel tempo, quegli sfigati stanno costruendo e divulgando in ambienti piccoli ma coriacei, una galassia informe di centri sociali, no tav, antagonisti, blck bloc etc. Gentaglia che però, all’occorrenza, viene lisciata dai sessantottini che, ti ricordo, oggi hanno in mano parecchie chiavi nell’editoria e nei media.

    “Come sempre esageri la potenza dei media, come se le persone siano tutti baluba con l’anello al naso e la sveglia al collo, poi ti stupisci che non si facciano infinocchiare dalle palle raccontate dal primo politicante da strapazzo…..”

    Come sempre, tu invece non cogli la sostanza che sempre si nasconde dietro l’immagine. I segni non mancano e alcuni sono perfino colossali, ma tu, come moltissimi altri, non hai gli occhi per vederli. L’esempio più colossale, se proprio vuoi buttarla in politica, è proprio Berlusconi e il suo famoso “partito di plastica”. La storia dice che è talmente inconsistente che dura dal 1994. Il calendario dice che sono quasi vent’anni. Eppure, tu sei ancora lì a dargli del “politicante da strapazzo”, e quelli a dire che è “di plastica”. Sveglia, ragazzi, sveglia.

  3. vincenzillo ha detto:

    Qui c’è un mio vecchio post dedicato a questa stessa epica stronza:
    https://vincenzillo.wordpress.com/2011/07/04/lorigine-della-violenza/

  4. Pietro ha detto:

    Oggi sono a casa con la febbre e non ho proprio niente da fare, ma ho notato una cosa, negli ultimi 15 giorni ci sono stati episodi di violenza, di sopraffazione, c’è scappato anche il morto nella confusione, ma le scimmiette berlusconiane sono rimaste attaccate ai cattivi centri sociali.
    I manifestanti che bloccano un intera regione per chiedere più sovvenzioni statali, aiuti alle imprese inefficenti, pensioni baby e impieghi pubblici compresi, i camionisti che tagliano le gomme a chi vuole lavorare, e che vengono definiti dai politici del TUO partito EROI.
    Ma la violenza quando arriva dai tuoi amici diventa GIUSTA E SACRA?
    Per quanto riguarda i 20 anni di politica berlusconiana il fatto che i risultati concreti siano stati SOLO più spesa pubblica e più debito pubblico la sua consistenza mi ricorda cose ben poco gradevoli.
    CITAZIONE LETTERALE:
    “Quando scende in piazza una categoria, si è davanti a una protesta. Quando a scendere in piazza è un intero popolo, si è davanti a una vera e propria rivoluzione. Ecco cosa è accaduto in questi giorni in Sicilia: un intero popolo ha detto ‘basta’. Sì, perché su quelle strade c’erano i siciliani”. Il leader di Grande Sud Gianfranco Miccichè, nell’ultimo editoriale di ‘Grande Sud News’, il quotidiano online del movimento arancione, parla così delle proteste del ‘movimento dei forconi’ in Sicilia.
    Quanto accaduto in Sicilia, viene definito da Miccichè “la rinascita di una terra, la rinascita di un popolo, il suo orgoglio, la sua rabbia, la sua voglia di riscatto. La rinascita del popolo siciliano: c’è tutto questo in quei giorni di pacifica, dignitosa, ma non per questo meno rabbiosa e forte, protesta. Una protesta sacrosanta – ha aggiunto -, un movimento di massa che viene dal popolo e tale deve rimanere, per mantenere inalterata tutta la sua straordinaria forza d’urto”.

    Voglio ricordare che simili scemenze vengono dette da un BOSS del PDL, che nel teatrino della politica si è creato un gruppo parlamentare per confondere un po le acque, e parla di una regione in cui a fronte di una spesa pubblica di 8000 euro procapite si pagano tasse per 5000 euro procapite, questi EROI si mangiano 3000 euro annui procapite e vogliono ancora di più?
    Lo so che ai polli che si credono aquile e pensando di volare alti inciampano continuamente come te simili bassezze importano poco, ma adesso che la festa è finita, 20 anni butati nel cesso presentano il conto, e ormai sono rimasti in pochi a credere che la colpa è di 4 ragazzini….
    Come sempre tu parli di SEGNI COLOSSALI e poi non sei in grado di fare un esempio concreto, chissà perchè?

  5. vincenzillo ha detto:

    pietro, non è cavalleresco infierire su un poveraccio febbricitante, ma mi ci costringi.

    “i camionisti che tagliano le gomme a chi vuole lavorare, e che vengono definiti dai politici del TUO partito EROI. Ma la violenza quando arriva dai tuoi amici diventa GIUSTA E SACRA?”

    Tre cose. Primo, che questo blog non è un quotidiano, quindi non ho nessun dovere di occuparmi degli stronzi che tagliano le gomme e picchiano chi vuole lavorare. Secondo, che tra me e Silvio Berlusconi è solo sesso, quindi i 10 milioni al mese che mi dà vanno a coprire appena appena le mie prestazioni sessuali, non certo la difesa della linea del partito né tantomeno quella degli alleati. Terzo, che tu interpreti il mio silenzio come una “sacralizzazione” della violenza di quei quattro stronzi, il che è tipico del tuo modo di ragionare assolutistico.

    “Come sempre tu parli di SEGNI COLOSSALI e poi non sei in grado di fare un esempio concreto, chissà perchè?”

    Veramente l’esempio concreto e colossale te l’ho messo davanti agli occhi nel mio primo commento, ma tu continui a non avere gli occhi per vederlo. Purtroppo, gli occhi o te li fai crescere tu, o io non ci posso fare niente.

  6. Anonimo ha detto:

    La sopravvivenza i se stessa di un politico se poi alla prova dei fatti si dimostra uno dei peggiori uomini di governo degli ultimi 150 anni non mi sembra cosa di cui ci si possa vantare eccessivamente.
    la sostanza è sempre quella, in 20 anni di cariera politica i problemi che c’erano i tutti i campi della società italiana non sono stati minimamente scalfiti.

    La responsabilità civile dei giudici
    La lunghezza dei processi
    La difficoltà di investire in attività produttive
    Lo strapotere dei cretini con tessera di partito sulla società
    Lo spreco di denaro pubblico per comperare consenso
    L’ utilizzo da parte dei politici delle banche e delle società controllate dallo stato per favorire amici e parenti.
    Il dominio della criminalità organizzata su un terzo della penisola.
    In tutti questi campi non è stato fatto NIENTE e non è neanche stato fatto il minimo tentativo concreto, si è passato solo il tempo a masturbarsi con le deliranti e inutili baggianate dei vari Brunetta Calderoli e Co, mentre quando c’è stato da limitare la libertà individuale per comperarsi il consenso del clero l’efficenza del legislatore è stata ammirevole.
    Il fatto poi che i vescovi abbiano scaricato in malomodo il silvio appena non serviva più con tua grande irritazione è stato veramente divertente.
    La sacralizzazione dei violenti è stata fatta dai tuoi eletti, non te ne faccio nessuna colpa, ma il riferimento alle scimmiette berlusconiane era alle 3 scimmiette, in questo caso NON VEDO NON SENTO NON PARLO, semplicemente se vedo additare la fonte della violenza tutta da una parte e poi un apparente ipocrita omertà quando i fatti si mostrano un po meno coerenti con tale schema mi sembra giusto farlo notare.
    La scelta non deve MAI essere tra destra e sinistra o tra amici e nemici, ma secondo me SEMPRE basata sui fatti e sulla logica.
    La carriera di berlusconi è stata la prova che le idee buone in mano a gentaglia ( come diceva Montanelli nel 1994 ) diventano carta ingienica.
    E tutta la lotta che ha fatto Berlusconi per estromettere dal centrodestra chiunque si dimostrase troppo capace o troppo intelligente per essere solo un suo leccapiedi ha fatto danni enormi, vedremo comunque alle prossime tornate elettorali se questo ha avuto qualche effetto sugli italiani.

  7. Adam Trema ha detto:

    non ho visto il film e non intendo perdere tempo.
    trovo solo assurdo il fatto che persone violente con un manganello possono spaccare la faccia ad una persona. alla minima reazione l opinione pubblica punta il dito contro i ragazzi.
    bè, noi ci siamo rotti i coglioni delle manganellate e della vostro stupido e stupratore perbenismo.

    Adam
    chiudigliocchi.wordpress.com

  8. vincenzillo ha detto:

    pietro, “La sopravvivenza i se stessa di un politico se poi alla prova dei fatti si dimostra uno dei peggiori uomini di governo degli ultimi 150 anni non mi sembra cosa di cui ci si possa vantare eccessivamente.”

    Invece sì, dato che questa sopravvivenza è la prova più chiara possibile che milioni di moderati, conservatori, liberali, hanno trovato il loro referente politico (nei limiti del possibile, ripeto), ma comunque in barba al radicalismo di massa, allo statalismo, all’assistenzialismo, alla questione meridionale, all’ideologia del progresso, alle corporazioni, ai sindacati. Tu però questo fatto politico sostanziale, profondo, non lo vedi, perché sei capace di vedere solo leggi e leggine, cioè solo la superficie.

  9. vincenzillo ha detto:

    Adam Trema, “trovo solo assurdo il fatto che persone violente con un manganello possono spaccare la faccia ad una persona.”

    E invece di quelli che bruciano le auto, i blindati, i negozi, le banche, e tirano sassi e bombe carta contro gli agenti, che mi dici? Non si può mettere sullo stesso piano la violenza gratuita di chi distrugge i beni della gente comune e diffonde il panico, e la violenza di chi ha il dovere di mantenere l’ordine pubblico.

    “alla minima reazione l opinione pubblica punta il dito contro i ragazzi.”

    Bruciare auto, blindati, caserme, non è affatto “minima” e non è affatto una “reazione”. E’ un attacco bello e buopno, ed è anche molto grave.

    “bè, noi ci siamo rotti i coglioni delle manganellate e della vostro stupido e stupratore perbenismo.”

    Ah, ho capito, chi distrugge un’auto non compie violenza, bensì compie un atto dovuto, nobile, un modo per aprire gli occhi della gente. O per punirla perché si sente “stuprato”. Strano, allora, che la gente non lo ringrazi.

  10. Adam Trema ha detto:

    la cosa è semplice. cè chi si incazza per MOTIVAZIONI e scende in piazza e distrugge cose, auto etc.
    c’è chi invece è UNA MARIONETTA e quando qualcuno dall alto gli comunica via radio “spaccate la faccia” a quelli nel corteo prende e lo fa.
    non mi è mai capitato di essere in una manifestazione in cui le persone hanno iniziato a distruggere cose di privati per cazzi loro. solitamente i danni economici si fanno a vetrine di multinazionali, si distruggono SUV e altri macchinoni. si fa danni alla nike al mcdonalds e cosi via.
    sempre invece mi sono capitate due cose. 1-infiltrati. 2- poliziotti militari o altra gente armata(di media persone del sud italia con poca istruzione e nessuna prosepettiva per un futuro,poveri loro( che pestano a sangue qualsiasi altro gli viene comandato loro di fare. E non venitemi a dire che sono costretti. per loro è un lavoro, vengono pagati per farlo. poi magari te li ritrovi pure a lamentarsi perchè viviamo in un mondo di merda e bisognerebbe fare qualcosa.
    aprite gli occhi cazzo, i manifestanti non vengono pagati gli sbirri si. qualcuno ha delle motivazioni altri lo fanno solo perchè sono servi incapaci di pensare con la loro testa.

  11. vincenzillo ha detto:

    Adam Trema, “cè chi si incazza per MOTIVAZIONI e scende in piazza e distrugge cose, auto etc.”

    Ti prego, dammi una motivazione che ti farebbe accettare con gioia la distruzione della tua auto da parte dei “guerriglieri urbani”.

  12. Adam Trema ha detto:

    amico non esiste gioia nell essere obbligati a scendere in piazza a manifestare perchè i propri diritti vengono calpestati.
    a me la macchina non verrebbe mai distrutta, non ho un suv, non ho un’auto che vale milioni di euro. i danni materiali sono rivolti a target specifici,come ti dicevo sopra. non mi sfascerebbero mai il mio negozio se ho una fioreria. se ho un mcdonalds forse si. e poi non vedo tutto questa indignazione stupida dei vecchi anczi fa proprio ridere. nel 68 le persone spaccavano cose e facevano rivoluzione e adesso noi giovani siamo obbligati a leggervi nei libri di storia e nelle storie come eroi. se adesso in una manifestazione enorme vengono fuori dei danni a cose, tutti pronti a puntare il dito contro. una domanda un pò provocatoria. quante manifestazioni pacifiche vengono ricordate nella storia ed hanno avuto risposta a ciò che chiedevano’
    credi che la violenza sulle cose scaturisca perchè le persone sono matte e un giorno si svegliano e spacano tutto o credi che sia un modo per avere importanza mediatica o per frustrazione repressa’
    perchè in norvegia non ci sono nè manifestanti violenti nè sbirri con pistole e manganelli che caricano’
    non credi che forse è comodo vedere sempre le cose come te le mostrano dai tg e non è il caso di aprire gli occhi assistendo una volta nella vita all’ evento prima di giudiare’

  13. vincenzillo ha detto:

    adam trema, “a me la macchina non verrebbe mai distrutta, non ho un suv, non ho un’auto che vale milioni di euro.”

    Ah sì? Tu hai il diritto di distruggere le proprietà altrui, e io non ho il diritto di avere un suv? Strana idea di libertà.

    “i danni materiali sono rivolti a target specifici,come ti dicevo sopra. non mi sfascerebbero mai il mio negozio se ho una fioreria.”

    Falso. Sono state distrutte auto di ogni tipo e prezzo. Solo perché erano in strada dove sono passati i manifestanti “pacifici”.

    “nel 68 le persone spaccavano cose e facevano rivoluzione e adesso noi giovani siamo obbligati a leggervi nei libri di storia e nelle storie come eroi.”

    Ecco, qui invece ci avviciniamo al vero punto dolente. L’origine di tutto. Per me l’origine sta proprio nel continuare a mitizzare il 68. I metodi di protesta di piazza, ma soprattutto l’idea che la “piazza” possa decidere per tutto il “popolo”. E’ l’idea di “avanguardia rivoluzionaria” che si dà da sola il compito di “aprire gli occhi” a tutto il mondo. Invece, il tragico fallimento sia del comunismo sia del terrorismo politico dovrebbero insegnarci che sognare il futuro è qualcosa che non si può radicare solo in un’idea astratta. Deve invece radicarsi in profondità nella realtà umana e quindi, per fare un solo esempio legato al nostro discorso, deve prevedere il diritto alla proprietà. (Peraltro sancito anche dalla carta dei diritti dell’uomo.) Anche la proprietà di un suv.

    “una domanda un pò provocatoria. quante manifestazioni pacifiche vengono ricordate nella storia ed hanno avuto risposta a ciò che chiedevano’”

    A domanda provocatoria, risposta provocatoria. Sì: le elezioni.
    (Se poi ami la storia, allora ti consiglio di studiarti la vicenda del politico irlandese Daniel O’Connell, il quale, a inzio 800, per combattere le discriminazioni contro i cattolici scelse la strada parlamentare: creare consenso intorno alle sue idee, sia nel popolo sia nel parlamento inglese. E, alla fine, vinse.)

  14. Adam Trema ha detto:

    dai tranquillo.
    cercavo di spiegarti che magari esiste una realtà un pò diversa da quella che vedi dai tg e in cui credi e sei disposto a difendere.
    la rivoluzione non la faranno i violenti. di sicuro neppure quelli seduti sul divano che guardano la tv, quelli legalmente autorizzati a spaccarti la faccia con un manganello e neppure quelli che alla fine, avendo una casa comoda con un giardino, se ne sbattono le palle di ciò che succede fuori la loro siepe ben curata.
    alla fine la cosa è piuttosto banale, sono sicuramente piu le persone che parlano quelle a lamentarsi che quelle che attivamente provano a cambiarle
    alla fine sei soddisfatto, qualche polemica semmai, ma alla fine succeda quel che succeda, basta che ognuno si faccia i cazzi suoi e non ti venga a rompere, giusto’
    è per questo che ti saluto e la smetto di romperti le palle coi miei commenti.
    Peace out!

    stammi bene
    Adam

  15. vincenzillo ha detto:

    adam, alla fine non mi sembri un facinoroso in cerca di rissa, quindi anch’io ti vorrei instillare un piccolo dubbio: sei proprio sicuro che il miglioramento debba per forza passare da qualche “rivoluzione”?

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...