Le dimissioni di Malinconico

Tanti anni fa, in Italia, per far dimettere un politico era necessaria almeno un’indagine a suo carico. Poi bastò il sospetto, e fu la ghigliottina. Poi l’ombra del sospetto, e fu peggio della ghigliottina. Oggi non serve più nemmeno l’ombra, e nemmeno l’ombra dell’ombra. È il politico stesso a tagliarsi la testa da solo, volontariamente e con largo anticipo. Malinconico, molto malinconico.

Annunci

Monti brucia le tappe

Bonanni della Cisl: “Oggi con il governo abbiamo scambiato opinioni, che saranno propedeutiche a una discussione.” Discussione che, sperabilmente, sarà propedeutica a un dibattito, a cui seguirà l’opportuno scambio di vedute. Prima singolarmente, poi tutti insieme, poi in ordine alfabetico. Anche in Europa, stesso ritmo. Monti ha già parlato a Parigi con Sarkozy, ora andrà a Berlino a parlare con la Merkel, poi a Londra con Cameron, poi a Roma con Merkel e Sarkozy; poi si mischia: a Parigi con la Merkel, a Berlino con Cameron, a Londra con Sarkozy; poi toglieranno una sedia, e chi rimane in piedi ha perso.