Operazione Badante / 5

La risata che seppellirà i tecnici.

A tutti i cospiratori di terra, d’aria e di mare, un saluto dal vostro Feldmaresciallo Von Garzillenberg. Dopo le recenti angosce e tribolazioni (qui), sono lieto di annunciarvi che stamane si è unita a noi una cospiratrice che si offre volontaria per fare la badante del Vecchio di M.

E’ una cara vecchina, davvero. A essere onesti, non è quella gran bellezza, eh, anzi, è proprio bruttarella, ma sappiamo che Vecchio di M non si formalizza, è sobrio lui, mica come quel porco di B, che le sue “badanti” le voleva tutte giovani, belle e discinte. Comunque, ha il naso adunco, certe rughe in faccia e certi vestitini ridicoli… no, ma che avete capito, non è la Fornero: è proprio la befana!

Vantaggi per la missione. E’ una gran lavoratrice, più della Camusso, e infatti lavora perfino oggi che la Cgil è chiusa! Ed è più industriosa della confindustriosa Marcegaglia, e infatti di mestiere confeziona quantità incalcolabili di calze ripiene di caramelle o di carbone, aumentando così, in un colpo solo, l’indotto del tessile, del dolciario e differenziando l’offerta energetica. E poi fa di quelle “manovre” spettacolari, con la scopa: altro che manovra recessiva!

Svantaggi per la missione. Ha soltanto un giorno a disposizione: oggi. Riuscirà a infilare la ciabatta avvelenata al Vecchio di M (qui) in così poco tempo? Nemmeno il governo tecnico è stato così veloce. Non vorrei che rimanesse invischiata anche lei nella solita concertazione con Babbo Natale, i Re Magi, San Valentino e Pulcinella.

Io, comunque, un’occasione gliela darei. Voi che dite?