Forza Silvio!

L'Europa ci pressa. Finora, questa pressione straordinaria ha permesso a B di ricompattare la maggioranza e ha fatto emergere l'assoluta inconsistenza dell'opposizione, come rileva zamax (qui). Ora, può essere usata da B come arma a suo favore, come "scusa" per fare finalmente ciò che deve: le riforme liberali. Le riforme liberali, non le minchiate che farebbe un "governo d'emergenza" o altra castroneria da finti patrioti e da veri burocrati. Le riforme liberali, quindi, no patrimoniale, no prelievo forzoso nel cuore della notte. Forza, Silvio!
L'esortazione di Giuliano Ferrara (qui).

Annunci

25 commenti su “Forza Silvio!

  1. anonimo ha detto:

    @Vincenzo, e mo' godiamoci i soliti commenti da "cospirazione parruccona" che i tuoi post attirano come il miele con le mosche: lunghi, pieni di distinguo, di sardonici giudizi su cose, fatti e proposte come quelle dellElefantino.

    Guido

  2. pierinolapeste ha detto:

    Una facile previsione che ho fatto nel 1994 e finora si è SEMPRE avverata: Berlusconi non farà niente di liberale, non ha le palle per farle e adesso è il momento in cui è più difficile, le riforme liberali costano , hanno un prezzo momentaneo e vantaggi a lungo termine, tu che parli tanto a vanvera di STORIA che giudicherà, guarda cosa ha fatto la Tatcher, i primi anni sono stati apparentemente catastrofici, ma sapeva cosa stava facendo e il risultato è che adesso che le cose vano male mentre in Italia Berlusconi ha aumentato del 2% la pressione fiscale in UK si permettono di abbassare le tasse in un momento di crisi.
    Chi crede alle riforme a costo zero e di effetto immediato ( CI INVENTEREMO QUALCOSA ) è un tonto.
    Per quanto riguarda i prelievi forzosi ci sono già, chi ha 50mila euro di BOT dal 2013 pagherà 230 euro di TASSA, una stangata peggiore del prelievo forzoso di Amato e della eurotassa di Prodi messe insieme, e non lo dico io, lo dice Berlusconi nelle cifre che prevede di incassare da questa rapina nei confronti dei risparmiatori.
    Considerando poi che il previsto taglio del 20% sulle detrazioni fiscali è a tutti gli effetti un aumento delle tasse che pagherà chi ha più di un figlio a carico non vedo cosa possa fare di peggio.
    L'unica cosa che Berlusconi può fare è, o tirare avanti così senza fare nulla oppure andare ad elezioni anticipate entro 6 mesi in modo da evitare di prendere decisioni scomode.

  3. anonimo ha detto:

    Azz ricompattatissimo, persino Paniz oggi ha dichiarato che Berlusconi deve dimettersi….

  4. anonimo ha detto:

    ascoltare oscar giannino ragazzi… altro che ferrara…. che un giorno è triste un giorno è pazzo di gioia, come avesse la sindrome bipolare, evidente segno che non esiste più la ben che minima politica o visione strategica nella scatola d'oro di berlusconi

  5. anonimo ha detto:

    La riforma del povero B.?
    Arrivare a gennaio rifare le elezioni, pareggiarle e patteggiare un nuovo esecutivo.
    Id est.
    Riforme familiari.
    C'e' pero' del buono nel vivere sperando. Si muore cantando.
    (viste il meteo, sotto la pioggia).

    Ferro

  6. vincenzillo ha detto:

    guido, "sardonici giudizi su cose, fatti e proposte come quelle dellElefantino."

    La cosa più bella è che non si capisce mai qual è la visione politica alternativa che sta alla base delle critiche. Mai il commento di uno, dico uno, che si sia dichiarato socialista. Oppure, più d'accordo con Casini o Bersani o Vendola o altri, che con B. Mai. E' sempre e soltanto un tiro al piccione contro B e chi sta dalla sua parte politica (oppure contro la politica nel suo insieme).

  7. anonimo ha detto:

    Ma cosi'…per pura indagine statistica, alla fine di tutta sta lunga parabola chiamata Berlusconi (qualsiasi giorno verra'), farai un bel calcolo di quanti post hai speso inutilmente per spronare il ruspante Silvio a far qualcosa? A volte avere di fronte dei numeri aiuta a prendere consapevolezza di tante cose..

    Zorro

  8. vincenzillo ha detto:

    pierinolapeste, "tu che parli tanto a vanvera di STORIA che giudicherà, guarda cosa ha fatto la Tatcher"

    La storia giudicherà la Thatcher inserendola nel sistema di governo, nel paese e nel momento storico in cui ha agito. E giudicherà B nel sistema di governo nel paese e nel momento storico in cui ha agito. Il resto, sono paragoni a vanvera.

  9. vincenzillo ha detto:

    #3, "Azz ricompattatissimo, persino Paniz oggi ha dichiarato che Berlusconi deve dimettersi…."

    Tra "ricompattatissimo" e "in agonia", come scrive oggi il maggiore organo di disinformazione, la Repubblica, ci sono tante giuste vie di mezzo.

  10. vincenzillo ha detto:

    ferro, "C'e' pero' del buono nel vivere sperando. Si muore cantando."

    E tu, invece, politicamente, che fai? Il tuo Vendola che sogni regala oggi, a parte la mitica età dell'oro del lavoro contro il capitale?

  11. vincenzillo ha detto:

    zorro, "farai un bel calcolo di quanti post hai speso inutilmente per spronare il ruspante Silvio a far qualcosa?"

    Non credo, non sono il tipo. Infatti, non ho mai tenuto il conto delle partite di calcio che ho giocato, né di quelle in cui ho tifato, né di quelle a cui ho semplicemente assistito. Invece, di quelle in cui sono andato solo a insultare squadra, società, presidente, allenatore e pubblico, sì: zero.

    "A volte avere di fronte dei numeri aiuta a prendere consapevolezza di tante cose.."

    Appunto.

  12. anonimo ha detto:

    Come ho scritto un un'altro blog, a me quello che maggiormente mi preoccupa, Vincè, non è questo Governo: cadrà, presto o tardi (penso più presto che tardi). Il problema è il dopo: non bastavano le liti tra Pd, Idv e Sel, ora ci volevano anche quelli interne tra Pd e Renzi…..mah.

    Quand'è che potremo avere uan democraza bipolare sana? con due poli seri, credibili, e capaci, tutti e due, a governare?
    In un mio articolo parlavo proprio di questo: Centrosinistra, democrazia ed alternanza….

    Un saluto
    Tommaso (Tavorminha)

     

  13. vincenzillo ha detto:

    tavor, "Quand'è che potremo avere uan democraza bipolare sana? con due poli seri, credibili, e capaci, tutti e due, a governare?"

    Quando entrambi gli schieramenti avranno il coraggio di abbracciare senza infingimenti le loro politiche corrispondenti: liberali di qua, socialisti di là. Solo così si può rinsaldare il rapporto di fiducia con l'elettore, rapporto che è ancoraggio della politica nella viva società, e quindi suo punto di forza, di responsabilità e di credibilità.
    Non dobbiamo lasciarci sviare o intimorire dalla confusione di oggi. Questa confusione è inevitabile, per un paese che viene da decenni in cui queste condizioni per una buona politica sono state praticamente assenti. E credo anche che B abbia avviato il processo di risanamento e modernizzazione, a cui la sinistra dovrebbe accodarsi, invece di continuare a ciurlare nel manico.

  14. anonimo ha detto:

    ferro, "C'e' pero' del buono nel vivere sperando. Si muore cantando."

    E tu, invece, politicamente, che fai? Il tuo Vendola che sogni regala oggi, a parte la mitica età dell'oro del lavoro contro il capitale?

    Un problema alla volta Vince. Prima ci togliamo davanti questo immobile esecutivo che ci penalizza (tutti), poi vediamo.

    Ero in Spagna l'altra settimana e ho potuto dare unos guardo alla loro situazione che è assai peggio della nostra (almeno su alcuni parametri). Ma, grazie a un atteggiamento un po' piu' politico del capo dell'esecutivo, decisamente meno sotto tiro di noi.

    Quanto a Vendola mi attribuisci un approccio simile al tuo. Non ho miti e non credo nei "faso tuto mi". Vendola ha rimesso nel discorso politico una fetta di elettorato sginficiativa. Vediamo ora se sarà capace di farla dialogare con un'altra parte (i.e. Renzi) o se fallirà questa occasione.
    Ma probabilmente non ci saranno occasioni. Se B. e B arrivano a geannio si vota in primavera con questa legge elettroale e si pareggia. Poi ex post si negozia.
    In questo modo assicuriamo un futuro a Eridano Sirio e Roberto Libertà.
    Non a noi.

    Ferro

  15. vincenzillo ha detto:

    ferro, "Un problema alla volta Vince. Prima ci togliamo davanti questo immobile esecutivo che ci penalizza (tutti), poi vediamo."

    Più che Vendola, allora, è Bersani: infatti anche lui ha detto letteralmente "poi vedremo". Il leader dell'opposizione. "Poi vedremo." Il leader dell'opposizione. Nella tua cara Spagna è così?

  16. anonimo ha detto:

    Devo avere delle difficoltà a spiegarmi. Me ne scuso. Non c'e' nessun futuro politico. Questo esecutivo morto in piedi terrà duro fino a gennaio, poi si andrà a elezioni con una legge che rende probabile un pareggio.
    Questo permetterà a Berlusconi e alla famiglia Bossi di negoziare qulacosa per loro stessi.
    Punto.
    Che c'entra Bersani, povera anima?

    Ferro

    PS. La "mia" Spagna? Sono passato da lì ho letto i loro giornali e mi sono accorto che in effetti la loro situazione fa paura (22% di disoccupazione!), ma il loro esecutivo gode di maggior credibilità. Ora sarà colpa di Bersani, di woodcock, dei giornali, di chi non capisce il genio di Ferrara, non escludo niente. Ma è un fatto.

  17. pierinolapeste ha detto:

    La cosa divertente è che a proposito della Spagna si parla della disoccupazione, che è il numero di persona che cercano lavoro, ma i disinformati dei bollettini berlusconiani fanno finta di non sapere che in realtà il dato spagnolo ha un aspetto che lo rende meno preoccupante di quello italiano.
    La disoccupazione è anche frutto della fiducia delle persone nella possibilità di trovare un lavoro, se c'è questa possibilità più persone lo cercano, se non c'è lo cercano meno persone, alla fine con la sua disoccupazione al 22% la Spagna ha una percentuale effettiva di persone che un lavoro ce l'hanno del 59%, l'italia con una disoccupazione meno della metà ha una percentuale effettiva di ersone occupate del 55%.
    Insomma se si considerano anche le persone che non cercano neanche un lavoro, e che siano scoraggiati o parassiti del welfare non ha la minima importanza, in italia ci sono molte più persone che non lavorano che in spagna.
    E dato che il futuro di una nazione dipende più da quante persne fanno qualcosa di utile ( LAVORANO ) che da quante persone come in Italia possono vivere senza faticare, la maggior fiducia dei risparmiatiori di tutto il mondo nella Spagna rispetto all'italia è abbastanza logica…….

  18. vincenzillo ha detto:

    ferro, "Che c'entra Bersani, povera anima?"

    Evidentemente nemmeno io so spiegarmi. E' chiaro come il sole che l'Europa ha dato fiducia a B sui punti della famosa lettera: dismissione del patrimonio dello Stato, liberalizzazioni, privatizzazioni, aumentare la flessibilità nel lavoro. Ripeto: l'Europa ha dato la sua fiducia, non solo io. Quindi, B è credibile. Oppure, non è credibile nemmeno l'Europa. Detto questo, è chiaro che se poi non si hanno i numeri in parlamento, non si può fare nulla. Ma è altrettanto chiaro, per chi osserva da fuori senza l'ossessione anti-B, che in merito a questi provvedimenti su cui l'Europa ha dato la sua fiducia , l'opposizione o è contraria o è nulla. Infatti, la metà dell'opposizione che si espone li definice "macelleria sociale", mentre l'altra metà, quella pavida che ficca la testa sotto la sabbia, dice "via B, poi vediamo", per bocca del leader. E' una cosa pazzesca. I famosi "mercati", che secondo te sarebbero tanto sensibili a fiutare la più piccola delle scorreggine di B, questo non lo sentono? I "mercati" stanno con Vendola? Aspettano con ansia che salga Bersani, per scoprire solo allora che cavolo vuole fare? Dai, su.

  19. vincenzillo ha detto:

    pierinolapeste, "la maggior fiducia dei risparmiatiori di tutto il mondo nella Spagna rispetto all'italia è abbastanza logica"

    Certo, certo. Perché tutti i risparmiatori del mondo stanno lì ogni mattina a colazione a calcolare quanti lavorano in Italia, diviso quelli che non lavorano in Spagna, elevato a quelli che non cercano in Moldavia, moltiplicato per quelli che nicchiano in Ciurlonia… Suvvia, se dici queste castronerie, mi fai dubitare che il vero accecato, tra noi due, non sia affatto io.

  20. anonimo ha detto:

    Vince, leggiti l'editoriale del Corriere di oggi…….se non l'ahi già fatto.
    Tommaso

  21. vincenzillo ha detto:

    tommaso, "Vince, leggiti l'editoriale del Corriere di oggi…….se non l'ahi già fatto."

    Ti confesso che di solito al mattino non ho il coraggio di affrontare certe esperienze allucinogene, ma per te lo farò.

  22. anonimo ha detto:

    "E' chiaro come il sole che l'Europa ha dato fiducia a B sui punti della famosa lettera"

    B la famosa lettera l'ha scritta + o – sotto dettatura. Quel che l'europa dice a B è "please stop cheating. Non parlare ma fai, se ci riesci, e in fretta, ciccino."

    Riuscirà a far qualcosa? Io ne dubito. Se non ha fatto nulla in diciott'anni perche' dovrebbe riuscirci negli utlimi 5 minuti? Perche' glielo dice Ferrara? E con la maggioranza che si ritrova dove va?
    Il problema è lui, proprio lui, adesso, non Bersani, Vendola, Saviano o i tuoi colleghi di lavoro.
    Rimosso questo enorme masso dalla strada si può, per intanto, interrompere questo trend disastroso (don't forget i cazzo di btp sui quali paghiamo tassi al limite da 4 mesi).
    I discorsi sullo "sviluppo" mi lasciano tiepido. Qualunque misura avrà effetto tra 5 anni mentre ora dobbiamo solo (solo?) rimettere a posto i conti che B e B hanno portato al dissesto.
    Poi si voterà e speriamo di mettere in sella un gruppo di governo più solido e preparato di questa indecorosa banda di incapaci.
    Ma con questa legge elettolare ne dubito.

    Non so davvero quanto devo essere esplicito: credo che B e B non molleranno per ragioni personali e continueranno a far marcire la situazione come hanno fatto in questi vent'anni con prezzi altissimi da pagare (il conto lo portano a noi).

    Bye

    Ferro

  23. vincenzillo ha detto:

    ferro, "Il problema è lui, proprio lui, adesso, non Bersani, Vendola"

    Non è così. Perfino il Corriere se n'è accorto, vedi mio post di oggi:

    http://vincenzillo.splinder.com/post/25725276/lennesima-spallata-dei-parrucconi

  24. anonimo ha detto:

    Abbi fede.
    L'è lu, l'è lu.

    Con Eridano Sirio fino alla vittoria

    Ferro

  25. pierinolapeste ha detto:

    A proposito della valutazione fatta dai risparmiatori, ti faccio notare che chiunque acquisti titoli di stato di un altra nazione lo fa o perchè è un professionista ( fondi pensione e simili ) oppure perchè si è informato, e il tasso di occupazione è un dato essenziale e facilmente reperibile per valutare la solidità di un economia, quando si tratta di gestire i propri risparmi nella media ci si informa un poco di più che per fare una crocetta nell'urna, per quanto la cosa possa dare fastidio al militante di partito a chi si è sudato i risparmi di una vita ci pensa due volte prima di rischiarli.
    Capisco che da chi prende sul serio i discorsi da bar del silvio per cui la crisi non esiste, i ristoranti sono pieni e il fatto che TUTTE le banche francesi e tedesche si sono disfatte dei titoli di stato italiano sia frutto di una MODA non si può pretendere grande acume, penso che si tratti di persone che prendono sul serio anche la pubblicità televisiva e credono all'esistenza della marmotta che incarta il cioccolato……..

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...