C'è una pallottola di soia con il mio nome sopra

Sì, lo so, sono il primo a sentirmi brutto, sporco, cattivo, ignorante, grezzo, becero, menefreghista. E so anche che le pagherò tutte, quando un giorno aprirò la porta di casa e verrò giustiziato sul posto dagli attivisti di Greenpeace, con una bella pallottola nella nuca. Di soia, naturalmente. Ma quando leggo notizie come queste, fuori dalle rubriche di satira, non riesco a non spanciarmi dal ridere (qui).

Annunci

12 commenti su “C'è una pallottola di soia con il mio nome sopra

  1. anonimo ha detto:

    Lasciando da parte il fatto che spesso in associazioni come greenpeace militano dei talebani invasati…ma cosa invece del discorso "le risose non sono infinite, dovremmo tenerne conto nei nostri stili di vita" ti fa' cosi ridere?

    Vorresti un Silvio in versione planetaria che rassicura tutti sul fatto che il pianeta terra sta meglio di altri e che si puo' tranquillamente andare avanti a consumare e produrre scarti nella piu completa liberta' non curandosi del prossimo e delle condizioni ambientali che lasciamo in eredita' ai nostri figli…perche' "tutto andra' bene"??

    Zorro

  2. vincenzillo ha detto:

    zorro, "cosa invece del discorso "le risose non sono infinite, dovremmo tenerne conto nei nostri stili di vita" ti fa' cosi ridere?"

    Hai presente quando si dice "svuotare il mare con un cucchiaio"? Ecco, la mia netta impressione è che, posto nei termini in cui è posto, quel discorso abbia il solo fine di farci sentire in colpa ogni volta che facciamo la doccia, per spingerci ad aderire a qualcosa di pseudoscientifico, e, così, sentirci meglio. E' lì, che mi scatta il vaffa. Poi, mi fa molto ridere anche l'estrema seriosità e la totale assenza di dubbi con cui i giornalisti sono pronti a propagare qualsiasi panzana che si presenta come fondamentale per le sorti del pianeta.

    "Vorresti un Silvio in versione planetaria"

    Eccome, se lo vorrei. Quello vero, però, non quello che vedi tu.

  3. anonimo ha detto:

    Be', al di la del calcolo scientifico (che non conosco nel dettagli e che quindi prendo con le pinze) credo che ogni pargolo che abbia giocato un po' con un abaco abbia chiaro il conceto che "la somma di tantissime piccole unita fa un'enormita". Quindi se preferisci continaure a credere che lasciando scorrere l'acqua calda a tradimento, oppure lasciando il suv acceso fuori dal bar mentre entri a bere un caffe' sia solo una questione di soldi, e che quindi se te lo puoi permettere sono solo cazzi tuoi…..be'….ti classifichi intellettualemente ben al di sotto del bambino con l'abaco. L'obbiettivo non e' terrorizzare la popolazione, ne quello di farla sentire in colpa, ma perlomeno quello di renderla consapevole dell'impatto sull'ambiente delle attivita' dell'uomo. E se questo un giorno portera' ad una societa' piu rispettosa e responsabile…ben vengano annunci catastrofisti come quello che citi tu.

    "Vorresti un Silvio in versione planetaria
    Eccome, se lo vorrei. Quello vero, però, non quello che vedi tu"

    Be' ma guarda che dal quel punto di vista allora e' gia in versione planetaria…vuoi mettere quante nazionalita' diverse circolavano nelle stanze del bunga bunga?? (e' una Battuta ne')

  4. reginadistracci ha detto:

    Segnalo questo post di Claudio e soprattutto i commenti, di cui parecchi sono miei. In due parole, non è vero che le risorse sono limitate eche siamo in troppi.

    http://deliberoarbitrio.splinder.com/post/25449060#comment

  5. donburo ha detto:

    Vero o non vero, il sistema va cambiato…

  6. pierinolapeste ha detto:

    Il fatto che certi calcoli potrebbero benissino essere corretti, ma niente impedisce al genere umano di proseguire tranquillamente così, come in TUTTI i casi finora affrontati dall'uomo semplicemente succederà quello che i soliti imbecilli pensano causato dalla TERRIBILE SPECULAZIONE CATTIVA, un aumento del prezzo REALE dei prodotti alimentari, sopratutto se ci sono politici idioti che combattono la possibilità di coltivare OGM più produttivi per seghe ideologiche, come i leghisti, per cui in Italia è proibito coltivare ogm ma non ne è proibito l'utilizzo nell'industria alimentare ( fino allo 0,9% ) o nell'allevamento  ( il 90% dei mangimi sono OGM ).
    Dire che l'andamento ATTUALE è poco sostenibile in eterno significa solo che potrebbe prima o poi potrebbe arrivare il conto, e come è sempre successo la razza umana si rimboccherà le maniche e farà il possibile, qualcuno soffrirà un po di più, qualcuno un po di meno, ma alla fine chi si è preoccupato di affrontarlo con quella soluzione che è disprezzata dai talebani ambientalisti, e dagli ottimisti per scelta ideologica che si chiama PRODUTTIVITA'  se la passerà meno male.
    Alla fine anche se realmente noi stiamo consumando più di quanto la natura sia in grado di ripristinare al massimo succede quello che è successo alle pianure centrali della Spagna desertificate dallo sfuttamento intensivo da parte dell'allevamento degli ovini, una parte delle zone abitate diventa una schifezza invivibile e si deve emigrare.
    Poi c'è la naturale tendenza della natura a fregarsene dell'uomo, se ci sono furbi che costruiscono le case in zone come le pendici del Vesuvio prima o poi la pagano, come quelli che hanno costruito sulle rive del Bacchiglione e moltissimi altri casi.
    Il fatto che chi sbaglia paga e che chi spreca muore di fame è molto più utile a rendere sostenibile una attivtà umana dei tentativi di ingerenza dei politici, sia da parte dei cretini ambientalisti , sia da parte dei cretini sostenitori di Dazi Protezionismo e Italianità.
    Se i vini cileni e californiani senza bisogno di Doc, DOCG, Disciplinari e enti pubblici hanno superato come produzione e ANCHE COME QUALITA' moltissimi blasonati vini italiani questo potrebbe insegnare qualcosa ai politicanti italiani?

  7. vincenzillo ha detto:

    zorro, "se preferisci continaure a credere che lasciando scorrere l'acqua calda a tradimento, oppure lasciando il suv acceso fuori dal bar mentre entri a bere un caffe' sia solo una questione di soldi, e che quindi se te lo puoi permettere sono solo cazzi tuoi…..be'….ti classifichi intellettualemente ben al di sotto del bambino con l'abaco."

    Vedi, è proprio questo che mi fa scattare il mio sano vaffa: queste formule ricattatorie, per arrivare a dire che chi non intende cambiare stile di vita per andare dietro alle panzane ambientaliste è scemo e stronzo. Io ho già uno stile di vita molto sobrio, ma le crociate ambientaliste contro gli sprechi mi fanno incazzare. Mi fanno venire voglia di sprecare. Peraltro, in una certa misura lo spreco è connesso inevitabilmente alla libertà. Ecco, è questo il punto: io in certi pensieri e in certe campagne mediatiche ci trovo un insopportabile retrogusto "totalitario".

  8. vincenzillo ha detto:

    regina, "In due parole, non è vero che le risorse sono limitate eche siamo in troppi."

    Sì, ricordo e concordo.

  9. vincenzillo ha detto:

    donburo, "Vero o non vero, il sistema va cambiato…"

    E chi lo cambia, l'ispettore Callaghan? 🙂

  10. vincenzillo ha detto:

    pierinolapeste, "dagli ottimisti per scelta ideologica che si chiama PRODUTTIVITA'  se la passerà meno male."

    La produttività, se assolutizzata, diventa uno stupido feticcio. Io dico piuttosto "sobrietà", e senza l'incubo di qualche sprecuccio qua e là. E se poi deve prorpio succedere un patatrac, allora condivido ciò che dici tu: a qualcuno andrà peggio, ad altri meglio, e l'insieme, in qualche modo, si riassesterà.

  11. pierinolapeste ha detto:

    Per la produttività si può dire quel che si diceva della democrazia, sarà una soluzione con tanti difetti, ma le altre sono TUTTE peggio.
    Produttività signifca avere più beni e servizi con meno impegno di risorse, ( lavoro, capitale e risorse naturali )
    QUindi qualsiasi comportamento che richieda per avere gli stessi beni  più lavoro, spendendo più soldi e consumando più risorse naturali non mi sembra nè ragionevole nè sensato, sull'utilità della sobrietà, posso tranquillamente essere d'accordo, se alla mia età ho un bel gruzolo di risparmi è anche perchè ho sempre fatto una vita sobria senza rinunciare a nulla di necessario, ma sopratutto ho sempre trovato ridicolo il comportamento di chi sosteneva la tesi pseudokeynesiana che "i consumi sono il motore del'economia"…….

  12. donburo ha detto:

    Facciamo un tentativo???

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...