E Bersani disse: "Berlusconi, ti voglio bene!"

Per i due partiti maggiori, PD e PDL, si preannuncia un'estate e un autunno all'insegna di feroci azioni giudiziarie, e quindi manette, forconi, monetine, e tutti quegli aggeggi che certificano la superiore integrità morale di chi li agita con la dovuta indignazione. Questo significa che noi poveri osservatori ci dovremo sorbire la solita robaccia: accuse roboanti, indagini zoppicanti, inviti a dimettersi… Con una variante di non poco conto, però: siccome le azioni giudiziarie saranno bipartisan, cioè ce n'è per tutti, PD E PDL, anche le richieste di dimissioni saranno reciproche, dando una scossa di originalità al dibattito parlamentare, con esilaranti siparietti del tipo:
dimettiti!
no dimettiti tu!
no prima tu!
e chi me lo dice che poi tu ti dimetti?
il mio superiore senso etico.
ma non farmi ridere!
non farmi ridere tu!
insisto!
insisto di più!

Dopo questa fase, arriverà quella in cui finalmente PD e PDL cominceranno a fare quadrato per difendersi dalle invasioni indebite della magistratura. Da questo punto di vista, la reazione di Bersani agli ultimi fatti giudiziari è ancora decisamente insufficiente, ma forse è almeno un primo, pallido inizio (qui). Si comincia con l'insofferenza per le macchine che propagano il fango, i giornali, e il passo successivo sono le macchine che quel fango lo producono, i magistrati. A quel punto, finalmente, il Pd si svincolerà dalla "subalternità" (copyright Giuliano Ferrara) ai magistrati militanti e sarà pronto per avventurarsi su un terreno a lui sconosciuto: la politica. E così, finalmente, la tendenza della nostra classe politica ad autodistruggersi a causa di interessi di parte comincerà a perdere sempre di più la virulenza che ha avuto da Mani pulite in poi.
Ma torniamo a Bersani. Lo svincolamento del PD dalla "subalternità" ai magistrati, oggi come oggi, è praticamente impossibile: mezzo partito insorgerebbe. Eppure, non disperiamo. A favore di questa resipiscenza gioca la previsione che la lista degli indagati si allungherà (Unipol, Alberto Tedesco, Penati, la cricca Penati: tutta gente moooolto vicina a Bersani, e qualcuno lo ha già notato. Quindi siamo a un passo dal Bersani non poteva non sapere. E le Coop? Ci sarà pure un magistrato che prima o poi vorrà indagare sulle onestissime Coop!!). Il giorno che questa lista sarà abbastanza lunga, per il PD ci saranno solo due alternative: o chiudere bottega per manifesta parità morale con il PDL, o si ricomincia a fare politica. A quel punto, il senso etico dei politici del PD li spingerà senza dubbio a voler continuare a prodigarsi per il bene dell'Italia, e quindi sceglieranno la seconda. Incassando, così, la totale solidarietà di Berlusconi, che di certo non si tirerà indietro (e allora sarà interessante vedere che cosa gli chiederà in cambio). Insomma, forse non sono troppo lontani i tempi in cui Bersani abbraccerà in lacrime le ginocchia di Berlusconi e gli dirà:
Silviuccio, amico mio, fratello mio! Ti ricordi quando salvasti il mio Alberto Tedesco al Senato? Ecco, ora ti voglio restituire il favore. Non dirmi di no, ti prego. Berlusconi, ti imploro! Berlusconi, ti voglio bene!

Annunci

11 commenti su “E Bersani disse: "Berlusconi, ti voglio bene!"

  1. pierinolapeste ha detto:

    Hai dimenticato 2 cose:
    Una è che l'inchiesta sulle coop rosse c'è gia stata, durata un po di anni a cura di Carlo Nordio, magistrato arruolato poi nelle file del governo Berlusconi del 2001 e non ha portato a nulla di concreto.
    La seconda è che a sinistra sono disposti benissimo a buttare nel cesso chiunque si metta nei guai con la magistratura e c'è una lunga fila di politici di seconda fila disposti a prenderne il posto, non c'è la stupida dipendenza da un singolo e insignificante personaggio come Berlusconi.
    Insomma il massimo che Bersani potrebbe concedere a Berlusconi è di arruolarsi nelle sue file, considernado che ultimamente Berlusconi mi sembra abbasatanza bollito, infatti mentre qualche mese fa tutte le sere al telegiornale c'erano 10 minuti di comizio da parte di Berlusconi ultimamente non si fa sentire più.

  2. anonimo ha detto:

    Anche se divisi difenderanno sempre i diritti e le leggi ad personam , anzi ad personas che difendono la "casta"

  3. anonimo ha detto:

    E' mia convinzione, da molto tempo, che fare politica non è un mestiere trasparente, schietto; al contrario è fatto con il coltello in mezzo ai denti, pronto per agguati, compromessi, ricatti; beninteso virtuali, ma pur sempre tali. Se si osserva bene la realtà dei fatti, qualità negative come: il clientelismo, nepotismo, corruzione, ricatto, compromesso, sono dietro ogni aspetto della politica su tutti i fronti.
    Il pentolone degli illeciti e affari sporchi scoperchiato dalla magistratura sia a destra che a sinistra è la dimostrazione di cosa si intende per politica oggi in Italia. Ovunque si parla di ONESTA' ma è una utopia, un miraggio, o forse tutti devono essere onesti tranne i manovratori, quelli che hanno il potere che devono fare tutto in barba alla legge.
    Questa è ipocrisia.
    Occorrerebbe buttare a mare tutto e tutti.
    Ripartire da zero su nuove basi, ma sopratutto con una politica che faccia gli interessi della comunità e non gli interessi personali.
    Lo scotto è il collasso del sistema.
    Spartaco.

  4. vincenzillo ha detto:

    pierinolapeste, "l'inchiesta sulle coop rosse c'è gia stata, durata un po di anni a cura di Carlo Nordio, magistrato arruolato poi nelle file del governo Berlusconi del 2001 e non ha portato a nulla di concreto."

    Quindi stai dicendo che le Coop, uno dei sistemi di potere più forti, ricchi e ramificati d'Italia, ha realizzato l'utopia: potenza e onestà per la prima volta insieme nella storia dell'umanità!! Io non ci credo.

    "a sinistra sono disposti benissimo a buttare nel cesso chiunque si metta nei guai con la magistratura"

    Non proprio tutti tutti: Alberto Tedesco, poco tempo fa, già in piena epoca di "superiorità morale", è stato fatto senatore quando era già nei casini per la sanità pugliese (e in senato è stato "salvato" anche da qualche franco tiratore del PD).

  5. vincenzillo ha detto:

    "Anche se divisi difenderanno sempre i diritti e le leggi ad personam , anzi ad personas che difendono la "casta""

    Ciò a cui si arriverà è una sana autodifesa della politica. Certo, questo scontenterà le frange più radicali, quelle che oggi si sentono in dovere di certificare la propia appartenenza alla "casta dei sinceri democratici" scrivendo "casta" in ogni paragrafo dei loro articoli e ad ogni comparsata in tv. Ma l'Italia ne beneficerà, e questo è ciò che conta.

  6. vincenzillo ha detto:

    spartaco, "forse tutti devono essere onesti tranne i manovratori, quelli che hanno il potere che devono fare tutto in barba alla legge."

    Occhio a non confondere i politici con i "manovratori". Il potere reale è in molte ma molte più mani.

    "Occorrerebbe buttare a mare tutto e tutti.
    Ripartire da zero su nuove basi, ma sopratutto con una politica che faccia gli interessi della comunità e non gli interessi personali.
    Lo scotto è il collasso del sistema."

    Per me, invece, il "collasso del sistema" è aiutato proprio dall'idea di "buttare a mare tutto e tutti". So che è difficile crederlo, se sei cresciuto a pane e mani pulite, ma è così: una politica indebolita è la condizione ideale per il proliferare di altri poteri, poteri capaci di farti rimpiangere perfino gli schifosi "compromessi" del parlamento.

  7. anonimo ha detto:

    Berlusconi in questi ultimi anni ha passato una serie di leggi abominevoli per pararsi le chiappe su mille temi tra cui falso in bilancio e corruzione. Nonostante questo, i magistrati stanno riuscendo a far luce su altri abomini relativi. Invece di ringraziare, li si insultano con allegria. Per carità va bene, lo Stato è il popolo, e se il popolo lo vuole, così sia, decapitiamo la magistratura perchè la politica così com'è rimanga tale: vecchia, corrotta, immobile, inutile, inefficace, monolitica, rinchiusa, pozzo nero. Questo volete, questo meritate.

  8. vincenzillo ha detto:

    "perchè la politica così com'è rimanga tale: vecchia, corrotta, immobile, inutile, inefficace, monolitica, rinchiusa, pozzo nero. Questo volete, questo meritate."

    Sai che, a mali estremi, per me è meglio "immobile, inutile, inefficace" piuttosto che dirigista, statalista, assistenzialista. Almeno, fa meno danni.

  9. anonimo ha detto:

    "Sai che, a mali estremi, per me è meglio "immobile, inutile, inefficace" piuttosto che dirigista, statalista, assistenzialista. Almeno, fa meno danni."

    Ah ecco, non s'era capito… si pensava a una forma d'amore "a prescindere" per la replica, per la polemica in sé, per la difesa incondizionata dell'indifendibile… invece era questo… la speranza che la politica almeno faccia danni.
    Oh peró, per quanto diffusa sia la dannofilia politica oggi, si stenta cmq a capirlo. Vecchi filtri intasati che siamo…

    Legend

  10. pierinolapeste ha detto:

    Non ho detto che le COOP sono un miracolo di onestà, ho detto che la tua osservazione poco informata sul fatto che indagini sulle coop rosse potevano far scoprire chissà cosa è smentita dai fatti, che interpretazione si possa poi dare non mi interessa molto sinceramente.  che a destra siano molto più ladri o solo molto più stupidi non fa molta differenza, io spero che siano solo molto più ladri perchè essere governato da una banda di deficenti è peggio.
    Vuoi negare che c'è un idolatria stupida per cui gli elettori e i militanti di destra sono incapaci di trovare al loro interno un credibile successore di Berlusconi ?

  11. vincenzillo ha detto:

    pierinolapeste, "Vuoi negare che c'è un idolatria stupida per cui gli elettori e i militanti di destra sono incapaci di trovare al loro interno un credibile successore di Berlusconi ?"

    Sono disposto ad affermarti qualunque cosa, a patto che tu mi affermi che è un fatto che la magistratura italiana ha un occhio di riguardo per le Coop.

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...