Caso Battisti visto da Vincino

battisti

Annunci

9 commenti su “Caso Battisti visto da Vincino

  1. anonimo ha detto:

    C'è anche un altro aspetto della questione, l'Italia aveva un contenzioso con il Brasile per un estradizione rifiutata dal governo italiano, copio un trafiletto da un articolo:
    "Salvatore Alberto Cacciola non è un terrorista, ma la sua storia è ugualmente interessante. È un banchiere fraudolento. Nato in Italia, cresciuto in Brasile, fuggito in Italia nel 2000, quando l'aria per lui cominciava a farsi pesante. Non lascia orfani e vedove, come ne lasciarono i Proletari Armati di Battisti, ma famiglie sul lastrico ne ha messe parecchie, e in questi dieci anni i brasiliani non si sono mai veramente scordati di lui. Questo è un dettaglio importante, che spesso si omette quando si parla di Battisti in Brasile. Perché prima che il nostro Proletario Armato fuggisse laggiù, era l'Italia che avrebbe dovuto estradare Cacciola in Brasile, e non lo fece. Fino al 2007, condannato in patria a tredici anni, Cacciola rimase a spassarsela dentro i confini della nostra rispettabile Repubblica, più o meno ignorato dai nostri organi di stampa. Che i brasiliani non se lo fossero affatto dimenticato lo dimostra la velocità con cui fu acciuffato appena osò mettere appena il naso oltre Ventimiglia, per un weekend a Montecarlo con una nuova fidanzata. Fu il ministro della giustizia Genro a ricordarlo allo stesso presidente Napolitano, un anno fa: gli italiani che ci chiedono Battisti non ci hanno mai dato Cacciola, un criminale comune."
    Oltre a questo Battisti è stato condannato ESCLUSIVAMENTE in base alle testimonianze di un pentito, in assenza di altre prove, e dato che quando i pentiti tirano in ballo qualche politico vedo che vengono considerati poco credibili, chissà perchè in questo caso i garantisti stanno zitti…..
    Secondo me, Battisti è poco furbo, se veniva in Italia e si faceva gli amici giusti faceva come Francesca Mambro, esecutrice materiale di 36 omicidi ( senza contare la strage di Bologna ) che dopo 16 anni di galera è uscita in semilibretà e adesso in giro in totale libertà, e viene persino invitata ai Meeting di CL a parlare…
    Siamo messi bene…..
    Pio

  2. anonimo ha detto:

    i terroristi sono finiti tutti dentro per le parole dei pentiti, caro.
    considerando che ci sono un sacco di brasiliani scontenti per l'asilo concesso a battisti, il tuo discorso vale poco.
    ittoogami

  3. vincenzillo ha detto:

    Pio, la faccenda di questo Cacciola non la conoscevo. I contenziosi fra stato e stato non avranno mai fine. Per quanto riguarda le pene di Mambro etc., il nostro sistema giudiziario non prevede né la pena di morte né i lavori forzati né, di fatto, l'ergastolo, quindi la punizione giusta non esiste. Il debito con la società non sarà mai pagato. Oggi, il mio interesse per i terroristi di quegli anni è per ciò che li ha spinti a fare ciò che hanno fatto, per come lo hannop fatto, per ciò che è avvenuto dopo dentro di loro (pentimeno o no), per come la società se li riprende, per la fascinazione che sortiscono su certi intellettuali, francesi e non. Nel complesso, mi sembrano figure molto tristi.

  4. leftheleft ha detto:

    Oltre a questo Battisti è stato condannato ESCLUSIVAMENTE in base alle testimonianze di un pentito, in assenza di altre prove,
    —————————————————————————

    Da un'intervista a Giuseppe Cruciani autore di " Gli amici del terrorista – Chi difende Cesare Battisti"
    “Secondo alcune teorie non sarebbe provata la responsabilità di Battisti negli omicidi Torregiani e Sabbadin…
    Nessun dubbio. E’ stato accusato di essere l’ideatore dell’omicidio Torregiani mentre partecipò materialmente all’omicidio Sabbadin.
    L’accusa principale che viene fatta alle sentenze è che queste si basano sui pentiti, anzi su uno solo, Pietro Mutti. Battisti in realtà non è accusato da un solo pentito ma direttamente almeno da altri due e forse tre. Inoltre i ‘dissociati’ non hanno fatto nomi ma hanno delineato un quadro generale della situazione. Poi ci sono prove materiali, intercettazioni, spostamenti, testimonianze e ben 9 sentenze.”
    http://www.zonedombra.com/archivio/libri/182-battisticruciani.html

  5. anonimo ha detto:

    A me pare inutile discutere se Battisti sia o no colpevole e in che misura. Quello che conta e' che sia stato giudicato colpevole. Inoltre il sistema giudiziario francese ha dichiarato ammissibile l'estradizione e la corte europea ha respinto il ricorso contro tale decisione. Altrettanto è accaduto successivamente in Brasile. Ma sia nel primo che nel secondo caso è stata la politica a consentirgli prima la fuga in sudamerica e poi di scamparla.

    Quello che non so valutare è se tali scelte sono state davvero provocate solo dall'immagine che gli intellò hanno dell'Italia degli anni 70 e dell'Italia tout-court o se all'origine c'è altro, che non so vedere.

    ferrotagliente

  6. vincenzillo ha detto:

    ferrotagliente, "sia nel primo che nel secondo caso è stata la politica a consentirgli prima la fuga in sudamerica e poi di scamparla.

    Quello che non so valutare è se tali scelte sono state davvero provocate solo dall'immagine che gli intellò hanno dell'Italia degli anni 70 e dell'Italia tout-court o se all'origine c'è altro, che non so vedere."

    Se davvero ci si è messa anche Carlà…

    http://www.polisblog.it/post/3454/carla-bruni-cesare-battisti-e-lallegro-lecchinaggio-di-fabio-fazio

    Nel primo commento, poi, Pio riferisce di un contenzioso diplomatico per tale Cacciola. La politica brasileira aveva un motivo in più per dircidi no, oltre le due belle cosce sinistre di Carlà.

  7. anonimo ha detto:

    Ma Battisti mi sembra sia scappato dalla Francia prima dell'avvento di Carlà. O sbaglio?

    ferrotagliente

  8. vincenzillo ha detto:

    "Ma Battisti mi sembra sia scappato dalla Francia prima dell'avvento di Carlà. O sbaglio?"

    Non lo so. Ma Carlà potrebbe aver agito su Lula, per farsi bella con gli amici suoi intellettuali, tipo: "Sì, voi lo avete fatto scappare dalla Francia, ma io sono arrivata fino in Brasile! E mò nel nuovo ciddì gli dedico pure una bella Samba: Samba del Proletaji armaji cumbatteji!!"

  9. anonimo ha detto:

    Ho controllato. battisti è stato aiutato a scappare in Brasile nel marzo 2007 un paio di mesi prima che Sarkozy salisse al potere.

    ferro

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...