I pizzini di don Mourinho

Mourinho: "Non so quali poteri forti ci siano dietro il Barcellona."
Più forti di Lionel Messi, intende?

Prima reazione alla dichiarazione di Mourinho su complotti e poteri forti. Il procuratore Ingroia ha chiesto che i pizzini che scrive in panchina vengano messi agli atti.*

*Upgrade 29 aprile: pubblicata su Hyde Park Corner del Foglio online (qui).
——————-

Annunci

Arrestato Er Patacca

ciancimino01-tv

Massimo Ciancimino, da icona dell'anti-mafia a Er Patacca

Antonio Ingroia è un magistrato. Massimo Ciancimino è il suo testimone preferito. Disse il magistrato, infatti: "Dal primo incontro ho capito subito che era di tutt'altra pasta… oggi è arrivato a diventare quasi un'icona dell'antimafia." Già, un'icona dell'antimafia. Grazie a chi? Proprio al magistrato Ingroia e al capo-popolo Michele Santoro. I quali, dopo anni e anni di processi veri nei tribunali italiani e di processi virtuali nel tribunale del popolo di Annozero, avevano finalmente trovato il loro supertestimone. Contro chi? Ma contro Berlusconi e i suoi, naturalmente. La presunta trattativa tra stato e mafia, il quarto livello, il complotto, anzi il supercomplotto. E questa volta, udite udite, c'era perfino il documento che provava tutto. La superprova! Ebbene, oggi è ufficiale: quella prova era falsa. E chi l'aveva falsificata? Massimo Ciancimino, verrebbe da dire a noi ingenui. L'icona dell'anti-mafia era, in realtà, Er Patacca. Al che, lo stesso Ingroia ha dovuto farlo arrestare. E dire che a me, fin dal primo istante, era sembrato solo un gran furbacchione che parlava col contagocce, una mezza parola oggi, una mezza bugia domani. Un tipo scaltro, che aveva capito che cosa volevano sentirsi dire Ingroia e Santoro. Ma i complottisti possono stare tranquilli. Infatti, Ingroia rassicura i fedelissimi del supercomplotto che sospetta che dietro Ciancimino ci sia un "puparo" (qui)*. E ti pareva. Dopo il quarto livello, il quinto, il sesto e il settimo. Un'ipotesi, tanto per scherzare, io ce l'ho: che sia biondo tinto, e che abbia un programma su Rai 2?

*Sul Foglio se ne parla riprendendo anche i pezzi di pochi mesi fa (qui). Su Repubblica, dove ai tempi d'oro la faccia di Er Patacca era in prima pagina, ieri on line la notizia era nascosta sotto il tappeto, in corpo 8, e Er Patacca era ancora definito "un personaggio scomodo". The complotto must go on.

Upgrade 27 aprile:
Non ero l'unico a pensare, fin dal primo istante, che il figlio di don Vito Ciancimino fosse solo un gran furbone. Ecco uno zamax dei primi di gennaio 2011 (la parte sul magistrato Piero Grasso (qui)):

Anche perché non è l'unico pentito che ha capito cosa vogliono sentirsi dire certi magistrati. Un altro zamax su Gaspare Spatuzza (da notare anche la citazione della parola d'ordine democratica: "società civile"… (qui))

Le cose come stanno

Venerdì scorso, alle 23 sul canale Current di Sky, ho visto una bella puntata del programma Tritacarne di Giuseppe Cruciani. La formula è semplice: prendere 3 personaggi del momento e "triturarli". Ma con intelligenza. La Santanchè, per esempio. Triturata per l'illogicità delle sue argomentazioni a difesa di Berlusconi. Bene. Un passaggio, però, mi ha molto colpito. Cruciani ha detto testualmente che in Italia ci sono dei magistrati che vogliono abbattere Berlusconi. Non che fanno inchieste sacrosante, ma proprio che vogliono abbatterlo. Giuro, lo ha detto. E non è sicuramente un berlusconiano. Ecco, è solo un piccolo passo, per uno onesto intellettualmente, ma oggi, in Italia, è un grande passo in avanti verso un dibattito più civile e tollerante. Dirsi le cose come stanno, e poi scannarsi sul resto. In quest'ordine, ripeto: prima le cose come stanno, poi il resto.