TTP: Tutto Tranne la Politica

La reazione della sinistra agli atti di violenza di Roma, che hanno causato danni non indifferenti ai cittadini e ai poliziotti, si inserisce nella sua solita strategia e rivela due cose: in prima battuta, il goffo tentativo di capitalizzare qualunque cosa a proprio vantaggio; in seconda battuta, la sua totale inettitudine politica.

Li avete sentiti, dopo la guerriglia del 14 dicembre? La prima cosa che ha detto Angela Finocchiaro è che nelle manifestazioni c'erano degli "infiltrati" del governo. Naturalmente questo ha fatto offendere quelli dei centri sociali, che non ci stanno a farsi scippare la paternità delle violenze, e ci tengono a specificare che è tutta farina del loro sacco (se non ci credete, andate a dare un'occhiata su indymedia).

E' la solita strategia della "spallata" al governo Berlusconi: in parlamento si aizza il kamikaze Gianfranco Fini, per le strade si aizzano gli studenti e i violenti dei centri sociali. Risultato: Fini ha già fallito, mentre le violenze dei centri sociali stanno suscitando la giusta indignazione del popolo. Questo fallimento dovrebbe indurre i politici e i giornali della sinistra a cambiare strategia, e invece niente. Tanto, che gli costa a loro? E' Fini che ha fallito, non loro. Sono i violenti a devastare le città, non loro. E la colpa, in ultima analisi, è comunque del governo.

Piccola parentesi sulla guerriglia urbana: la sala in Senato dedicata a Carlo Giulianigrida ancora venedetta. Chiusa parentesi.

In questo atteggiamento della sinistra politica e mediatica c'è della miopia e anche dell'autolesionismo. Non capiscono che incitare alla furia contro il governo Berlusconi ha delle conseguenze. La più pesante, a lungo termine, è che la politica nel suo insieme viene delegittimata. Oggi è TTB (Tutto Tranne Berlusconi). Domani sarà TTP (Tutto Tranne la Politica). Se abitui la gente a pensare che la vera democrazia sia la violenza fisica contro gli avversari "fascisti", prima o poi si scaglieranno anche contro di te, dando anche a te del "fascista". Vedi Bonanni, aggredito alla festa del Pd da una figlia della borghesia bene, figlia di un magistrato. Sottolineo: festa del Pd, figlia di un magistrato. Ce li hanno già in casa, ma ancora non li vedono, perché non vogliono vederli. Stessa cosa anche con la magistratura: se affidi la sorte della politica alla magistratura, la magistratura prenderà il tuo potere. E infatti, oggi, di chi è prigioniera la sinistra? Di Tonino Di Pietro, il magistrato che si è fatto politico.

Ma perché la sinistra delega sempre ad altri la propria funzione? La risposta è sempre la stessa: perché è incapace di produrre consenso intorno a idee e programmi. Sperano sempre nella "spallata" inferta da qualcun altro. Che siano gli ex fascisti, i magistrati, gli studenti, i violenti, va tutto bene, per loro. Tutto Tranne la Politica.

Annunci

2 commenti su “TTP: Tutto Tranne la Politica

  1. topenz ha detto:

    Eh, sì. E' proprio così.
    Buon Natale, Vince.

  2. vincenzillo ha detto:

    buon natale anche a te, e visto che mancano ormai poche ore: buon anno!

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...