Nel 2008 Berlusconi prese più voti di tutti

I magistrati: Ora li restituisca ai legittimi proprietari.

I vescovi: Ora li doni ai candidati più bisognosi.

Altroconsumo: Anche i voti hanno la data di scadenza, ed è oggi.

Concita De Gregorio: Il voto dei miei lettori di qualità deve valere il doppio di quello dei lettori di Feltri.

Scalfari: E allora il voto dei miei deve valere il triplo.

Fini: Berlusconi li dia tutti a me, poi si vedrà.
—————

Annunci

22 commenti su “Nel 2008 Berlusconi prese più voti di tutti

  1. reginadistracci ha detto:

    Chiedendo a Berlusconi di dimettersi, votandogli contro, Gianfranco Fini ha portato a termine un assassinio pulito della democrazia. L'altro giorno, Mentana sul suo tg ha mostrato i risultati di un sondaggio commissionato da  La7:  rispetto allle elezioni del 2008, Berlusconi ha perso solo lo zero virgola qualcosa dei consensi, mentre i finiani hanno delle percentuali ridicole e il pd è al palo. Evidentemente, agli italiani non  frega nulla dei passatempi sessuali del premier, e tantomeno frega dei commenti razzistelli contro Berlusca e gli italiani dei giornali stranieri (c'è anche un spot televisivo svedese). Quindi, io credo che bisognerebbe davvero andare alle urne. Così i golpisti traditori finiani se prenderenno il ditone di Cattelan da qualche parte… Al massimo, possono trasferirsi nella "civilissima"  Svezia, magari a Malmo, dove gli immiograti cui Fin vrrebbe dare tutto e subito mettno tuto a ferro e fuoco.

  2. anonimo ha detto:

    ciao Vincenzillo :)!:)!!!!

    ammore…hai visto cosa loro?
    dopo aver lasciato (leggittimamente) in eredità ai figli le sue aziende
    adesso intende lasciargli anche il suo partito…

    viva Marina presidente, abbasso gli altri traditori!!!

    baciba'

  3. anonimo ha detto:

    cia' vince'

    ho appena letto l'editoriale di ernesto galli della loggia. Fa impressione (almeno a me) leggere pensieri che tu ed io ci siamo scambiati qualche mese fa. L'uomo e' solo e scivolera' via dalla vita in una sempre piu' totale solitudine.

    http://www.corriere.it/editoriali/10_novembre_14/galli-della-loggia-solitudine-leader-editoriale_10623552-efc6-11df-aa12-00144f02aabc.shtml

    Ivan

    ps: nessun attacco alla democrazia comunque, un governo in impasse cade, semplicemente. Se B ha ancora la maggioranza nel paese lo rieleggeranno, punto e basta, senza tante menate e scene. Nella 1ma repubblica di governi ne sono caduti quanti foglie in autunno.

  4. Censorina ha detto:

    Penso che chi ha avuto fiducia in Berlusconi, e l'ha votato, si senta ora defraudato. Ecco un bell'articolo di Marcello Veneziani

  5. vincenzillo ha detto:

    regina, "io credo che bisognerebbe davvero andare alle urne. Così i golpisti traditori finiani se prenderenno il ditone di Cattelan da qualche parte…"
    Io invece credo che, fino a oggi, il berlusca abbia fatto bene a giocarsi tutte le carte che aveva a sua disposizione per chiarire senza ombra di dubbio di chi sia la responsabilità se il precedente esito delle urne è stato tradito. Così, se oggi Fini farà quello che ha detto, e cioè toglierà davvero la fiducia al governo, partirà una nuova fase, in cui qualcuno uscirà dal PdL, ma in cui magari qualcun altro, inaspettatamente, ci entrerà.

    "dopo aver lasciato (leggittimamente) in eredità ai figli le sue aziende
    adesso intende lasciargli anche il suo partito…"
    Fosse per me, io gli farei lasciare anche l'Italia. Meglio Marina che Bersani, meglio Barbara che Di Pietro, Meglio Luigi che Fini e il resto della sinistra.

  6. vincenzillo ha detto:

    ivan, "L'uomo e' solo e scivolera' via dalla vita in una sempre piu' totale solitudine."
    E' più che naturale, in politica, che il leader sia l'ombelico del mondo quando vince e la cloaca maxima quando perde. Ma non è ciò che sta accadendo a Berlusconi e infatti non condivido il giudizio di Galli della Loggia. Il PdL ha serrato i ranghi, è compatto e ordinato. Ma la cosa più allucinante che c'è nel giudizio di Galli della Loggia è questa: "L’avventura berlusconiana, partita all’inizio con un cospicuo capitale di attese e di fiducia (perfino da parte di molti nemici) si è progressivamente chiusa in se stessa, ha tagliato i ponti con tutti i settori significativi della società". Ma come si fa a dire una cosa del genere quando SOLO DUE ANNI FA Berlusconi e i suoi hanno preso milionate di voti? Milionate. In ogni caso aspetterei di vedere il cadavere, prima di intonare l'ennesimo canto di morte.

  7. vincenzillo ha detto:

    paola, sono d'accordo con molto di ciò che dice Veneziani nell'articolo. In particolare, mi colpisce questo:

    "il volto vero del paese che non vuole più vivere questo clima di guerra che porta alla paralisi."

    Il "clima di guerra" c'è, ed è vero che "porta alla paralisi". Qual è la soluzione? Una parte d'Italia da anni vota Berlusconi perché vede in lui l'unica possibilità, l'unico che indica una possibile strada di uscita. Un'altra parte d'Italia, invece, addossa a Berlusconi tutte le colpe, compreso il clima di guerra e la paralisi. Io sono convinto che la parte d'Italia anti-berlusconiana si sbagli di grosso, prima di tutto nell'analisi, e poi nella proposta di soluzione. Quella parte, infatti, dimentica che la "guerra" e la paralisi i sono da molto prima di Berlusconi. Inoltre, quella parte ha praticamente rinunciato ad affrontare Berlusconi sul piano politico, e ha deciso di farlo su altri piani, quello morale e quello giudiziario. Così, continua a cullarsi nell'illusione che il cambiamento possa arrivare dagli uomini e dalle forze politicamente, economicamente e socialmente più retrive, e da una sorta di moralizzazione, di purificazione, una specie di rito collettivo officiato da Eugenio Scalfari, Michele Santoro, Roberto Saviano. Io, in politica, continuo a preferire Berlusconi (e Brunetta, la Gelmini, Bondi etc.) e l'unica arma a mia disposizione: il voto.

  8. anonimo ha detto:

    Bene.
    CI saranno elezioni a breve:
    Il centrodestra (Lega e PDL) le vincerà sicuramente. Forse non con lo stesso margine di 2 anni fa, ma le vincerà.
    Speriamo che poi succeda qualche cosa nel mondo reale, pero', perche' così come va adesso siamo messi maluccio.

    PS Una domanda, ma nel 2008 c'erano le preferenze?

    Ciao

    ferrotagliente.wordpress.com

    (molto indaffarato…)

  9. vincenzillo ha detto:

    ferro, "Il centrodestra (Lega e PDL) le vincerà sicuramente. Forse non con lo stesso margine di 2 anni fa, ma le vincerà.
    Speriamo che poi succeda qualche cosa nel mondo reale"

    Dal mio osservatorio io vedo tutto anche un po' "dall'alto", sul lungo periodo, e annoto già degli accadimenti significativi. La direzione segnata si potrebbe definire, con una formula molto sintetica, "fine del dopoguerra". La vittoria del centrodestra nel 2008 ha segnato un salto in avanti fondamentale, mentre quest'ultima mossa di Fini è il suo contraccolpo. Il suo senso è che le forze che vogliono rimanere dentro il dopoguerra stanno facendo quadrato per l'ennesima volta contro quelle proiettate verso il futuro (il nome del partito di Fini è involontariamente ironico). Invece sull'entità di questo contraccolpo non si può ancora dire molto: lo diranno le percentuali delle urne.

    "Una domanda, ma nel 2008 c'erano le preferenze?"
    No. Perché?

  10. anonimo ha detto:

    "E' più che naturale, in politica, che il leader sia l'ombelico del mondo quando vince e la cloaca maxima quando perde."

    Naa… non si tratta di cloaca maxima vinz, qui si tratta d'altro.. B ha perso e vinto varie volte, senza mai essere trattato da cloaca maxima. Fino ad ora.
    Ad ogni modo non condivido nemmeno io almeno meta' di quello che ha scritto Galli della Loggia. Era solo il sentimento, la solitudine, di cui appunto parlavamo tu ed io gia' mesi fa. Se mai capitasse che non lo rieleggeste, se dovra' quindi finalmente andare davanti ai giudici per i mille processi aperti che ha, la solitudine non sara' piu' una sensazione, il freddo umido salira' dalla terra.

    Ad ogni modo, e' stato tenero anche se inintenzionalmente comico Lupi oggi su radio 24. Nella sua solita foga e' riuscito a sparare che Fini e' in conflitto d'interessi……. Certo… Magari lui lo e' pure… ma se lo e' Fini………

    cmq. Quanto mi piacerebbe le tue parole sul dopoguerra fossero condivise, e non assistessimo invece a una sfigatissima ennesima lotta tra uomini piccoli.

  11. vincenzillo ha detto:

    ivan, "Quanto mi piacerebbe le tue parole sul dopoguerra fossero condivise, e non assistessimo invece a una sfigatissima ennesima lotta tra uomini piccoli."

    Mi stupisce che tu condivida le mie parole sul dopoguerra, e infatti credo che ci sia un "misunderstanding", come direbbe Veltroni. 🙂
    A scanso di equivoci, specifico che le "forze che vogliono rimanere dentro il dopoguerra" sono, in politica, Pd, Rifondazioni varie, IdV, Fini (col solito "concorso esterno" di alcuni magistrati, testate giornalistiche e conduttori tv), mentre quelle "proiettate verso il futuro" sono PdL e Lega. Quanto agli "uomini piccoli", per me il vero e unico gigante della politica italiana, oggi, è proprio quello che tutti vogliono abbattere a sassate (te compreso, credo).

  12. anonimo ha detto:

    "unico gigante della politica italiana"

    Per pura e sincera curiosita', mi puoi riassumere in una riga in cosa consiste la gigantesca politica del personaggio? Un po' quello che han fatto bersani e fini ieri ma ancora piu breve…una riga..
    Grazie

  13. anonimo ha detto:

    dici: "il precedente esito delle urne è stato tradito"
    non ti viene il dubbio che abbia fatto quello che il Suo elettorato vuole?

    IO ho tradito il patto in quanto elettore di Fini,
    è dal predellino che voglio uscire dal PDL.
    voglio democrazia e solidarietà, futuro e libertà.

  14. vincenzillo ha detto:

    #12, "mi puoi riassumere in una riga in cosa consiste la gigantesca politica del personaggio? "

    Comincio dal titolo del capitolo a lui riservato dai libri di storia del futuro:

    Silvio Berlusconi: la fine del dopoguerra in Italia, l'impossibile rivoluzione liberale e l'asse USA-Europa-Russia.

    Ma ti ringrazio – senza ironia – per lo spunto che mi hai dato e se avrai un po' di pazienza – suppongo che tu non stia più nella pelle! – sto preparando qualcosa di sensazionale in proposito.

    #13, "non ti viene il dubbio che abbia fatto quello che il Suo elettorato vuole?"

    C'è del vero. Quello che non mi convince tanto, però, è come sia stato possibile che un uomo di tale spessore abbia potuto sovrastimare tanto a lungo non solo la pochezza umana di Silvio, ma anche quella poltiica del suo progetto, e abbia così trascinato tutti quanti voi nel ridicolo, costringendovi a salire sul predellino. Bastava non salirci lui, era tanto etico e patriottico… ma forse un po' troppo eroico?

  15. anonimo ha detto:

    L'asse usa russia italia c'e' stato e probabilmente finira' pure nei libri di storia, anche se per motivi opposti a quelli che immagini tu.. perche' gli usa di quell'asse sono quelli di bush, il presidente peggiore della storia americana, la russia quella di putin, un dittatore vero sotto mentite spoglie, e l'italia quella di berlusconi, un menestrello fatuo che ormai fa ridere solo chi viene pagato per farlo.

    Sparito bush rimane solo putin a sostenere berlusconi su tutto il pianeta terra. Bella figata. Resistono come al solito gli imprenditori e i professionisti italiani che lavorano o migrano all'estero, a tentare di contrastare la figura becera che ogni giorno pesa sulle nostre teste. Copertina di newsweek di oggi, in lettura libera all'aereoporto di gatwick, dedicata con "sperticate lodi" al gigante della politica italiana. Che schifo. Amen, sembra questa sia la nostra condanna, come fossimo delle cassandre mutate.

    Ivan

  16. vincenzillo ha detto:

    ivan, "cassandre" è la parola giusta. Stessa aria da fine del mondo, grave, plumbea, esagerata. Capisco bene il rancore degli imprenditori come te, che furono con lui alla prima ora, per le promesse non mantenute, promesse su aspetti che per un imprenditore sono la linfa vitale quotidiana. Ma se vogliamo guardare in faccia la realtà, lo scenario qual è? Guarda le alternative, tutte le alternative: credi che IN TEMPI BREVI nel Paese dei Bolli, delle Tasse e delle Banche, qualcuno dei suoi rivali possa fare qualcosa di meglio di lui per gli imprenditori? Dimmi chi, ti prego. Montezemolo? Renzi? Ivan Scalafrotto? Dai, su. La sinistra, il campo dove militano o a cui fanno l'occhilino (Montezemolo), li tiene saldamente per le palle e li risucchierebbe in un baleno nel suo vortice.

    E anche su Usa e Russia, non guardare solo ai tuoi giudizi – per me sbagliati – sui 3 singoli personaggi, e guarda le cose più dall'alto, molto più dall'alto. A lungo termine, l'Europa e gli Usa DEVONO costruire un legame il più possibile forte con la Russia, sfruttando le necessità reciproche. Anche la Russia ha bisogno di noi. E più starà con noi, meno starà con la Cina.
    Sullo stato della democrazia in Russia, non fermarti all'oggi e ai giudizi dei giacobini che pretendono la democrazia totale, assoluta e immediata, ma guardala in prospettiva. Il processo è avviato, ma la democrazia non attecchisce in un quarto d'ora. La Russia non è gli Usa, ma nemmeno la Cina. Anche in prospettiva.

  17. anonimo ha detto:

    Vinz,
    e' verissimo, non c'e' alternativa politicamente edificante a B. Ma questo non mi impedisce di affermare due cose: 1. che qualsiasi cosa e' meglio di B, per mille motivi, tra cui totalmente a caso (seno' ti impallo il blog con una lista di pagine) posso nominare a) l'enorme conflitto d'interessi, b) la totale impasse politica che il punto a) e i suoi problemi giudiziari causano c) il fallimento di qualsiasi promessa abbia fatto d) le figure ignobili che fa fare al paese ogni volta che apre bocca e) l'arroganza ed il clientelarismo che caratterizza la sua politica populista in stile sudamericano f) la mancanza di controllo della politica italiana e dei problemi del paese per i punti suddetti.  E mi fermo qui.
    2. che le alternative le si possono creare solo quando qsta plutocrazia ignorante si toglie dalle palle. Non prima, non lo permettono.

    Io non so come tu viva, suppongo fortunatamente per te, in una alcova tranquilla; io vivo in un paese in crisi nera, dove le piccole imprese chiudono, la cassa integrazione e' ormai fuori ogni controllo, e dove anche le grandi imprese tagliano ovunque (non so da voi… dalle tue parole probabilmente no, e me ne rallegro per te, ma i miei amici si lamentano in coro dei tagli di budget o di personale.. in ogni settore). E di fronte a se ha uno spettacolo di sozzume ignobile scritto da chi dovrebbe lavorare per risolvere i problemi del cittadino.

    Sono poi convinto anche della giustezza dell'asse USA Europa Russia, questo non e' in discussione. In discussione sono i personaggi, uno e mezzo dei quali per fortuna fuori scena (Bush, Berlusconi tra non molto, o almeno lo spero).

    Ivan

  18. vincenzillo ha detto:

    ivan, "e' verissimo, non c'e' alternativa politicamente edificante a B."

    ma scusa, una volta detto questo, tu stai dicendo che, malgrado le tante magagne di Berlusconi, QUALUNQUE ALTRO POLITICO vada al potere farebbe sicuramente peggio di lui, sotto il profilo POLITICO. Che è quello che conta di più, per un uomo POLITICO. A meno che tu non voglia dire che la bella faccia e le belle maniere di Bersani, Fini o Vendola bastino a ridare il posto di lavoro ai tanti poveracci che lo perdono.

  19. anonimo ha detto:

    No, assolutamente… voglio dire che peggio di berlusconi non puo' fare nessuno, politicamente, e che una alternativa a lui non ci sara' mai, finche' lui sara' al potere. Quindi preferisco un, chesso', bersani innoquo, anche se non efficace, a un berlusconi inefficace con in piu' tutte le caratteristiche deteriori per l'Italia che gia' ho elencato.

  20. vincenzillo ha detto:

    "una alternativa a lui non ci sara' mai, finche' lui sara' al potere."

    ho capito male o mi è sfuggita una notiziola? il Duce di Arcore ha già messo fuorilegge i partiti?

  21. anonimo ha detto:

    Si, ti e' sfuggita la fotografia del partito. Non esiste alternativa a lui, finche' lui ci sara'. Non la permette.

    Ad ogni modo sembra che wikileacks abbia seguito il nostro post..  😉 e pubblicato quindi fantastici files tra l'altro sul meraviglioso patto USA Italia Russia ad opera del nostro pagliaccio. Altre figure mondiali per la povera italietta.

  22. vincenzillo ha detto:

    ivan, le presunte bombe di wikileaks non cambiano la sostanza dei fatti, né la sostanza delle prospettive politiche ed economiche di lungo termine. sono solo piccole note di colore, non prive di un certo fascino letterario. la più sconvolgente, politicamente, mi pare quella sulla scomparsa delle mezze stagioni.

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...