Un video degli ambientalisti fanatici insegna una cosa sugli ambientalisti fanatici

Se avete parlato una volta nella vita con un ambientalista fanatico, saprete già quali ineffabili gioie riservi quell'esperienza. La più sopraffina è quando capisci che il tuo sforzo di argomentare è perfettamente inutile. A lui non interessa un fico secco che la scienza sia divisa, che gli scienziati che sostenevano il global warming siano stati beccati a falsificare i dati, che non stia succedendo nulla di ciò che era stato predetto etc. etc. No. L'unico argomento valido, per lui, è il suo giudizio su di te: "questo qui è un ignorante, un bifolco, un insensibile". Una volta che ti sei dimostrato del tutto refrattario all'evangelizzazione ambientalista e al credo del Nobel Al Gore, che cosa sei tu, per lui? Nient'altro che un organismo pluricellulare dannoso all'ambiente e perciò indegno di pietà, una coppia di polmoni ambulante che si ostina a emettere anidride carbonica solo per tenere in vita un cervello che contiene idee contrarie alla Verità Suprema! Una luce sinistra compare nei suoi occhi. Intuisci che la sua superiore sensibilità e liberalità lo spingono verso l'unico atto compatibile con il vero amore per l'ambiente: farti saltare in aria. Se potesse, lo farebbe davvero. Proprio come fanno gli ambientalisti fanatici in questo video, da poco uscito in Gran Bretagna, che vorrebbe "sensibilizzare", ma che fa solo orrore. Anzi, una cosa buona, involontariamente, la insegna: ad aver paura degli ambientalisti fanatici (qui).

Annunci

18 commenti su “Un video degli ambientalisti fanatici insegna una cosa sugli ambientalisti fanatici

  1. anonimo ha detto:

    è un atteggiamento comune al fanatico di ultrasinistra. infatti direi che alla fine coincidono.surjak

  2. T0pGun ha detto:

    è un atteggiamento comune al fanatico.non importa di ultra cosa.diciamolo a chiare lettere, uno stronzo è uno stronzo a prescindere dal credo politico. non capisco quanto utile possa dire che è un fanatico è di ultra destra o di ultra sinistra…in quanto alla "trovata" del video, allucinante.Evviva la tolleranza ed il rispetto per le opinioni degli altri…

  3. vincenzillo ha detto:

    surjak, in molti, in Italia e nel mondo, da rossi sono diventati verdi, ma la sostanza è comunque la stessa: intolleranza, intolleranza, intolleranza.top, "diciamolo a chiare lettere, uno stronzo è uno stronzo a prescindere dal credo politico. non capisco quanto utile possa dire che è un fanatico è di ultra destra o di ultra sinistra…"Qui si sta parlando di fanatici ambientalisti, e i fanatici ambientalisti hanno la loro radice storica nell'ultra-sinistra. In Italia specialmente, la storia parla chiaro. Non dirmi che non conosci nessuno, diciamo sopra i 30 anni, che ha compiuto di persona quella parabola. Molti di loro, oggi fanno proseliti tra ingenui giovani che magari si sentono post-ideologici, ma che stanno assorbendo il peggio della defunta ideologia. Quella precisa ideologia, non altre.

  4. anonimo ha detto:

    @topgun, io ritrovo a sinistra la stessa arroganza intellettuale e una grande similitudine nell'arroccarsi su posizioni precostituite rifiutando il dialogo e magari delegittimando l'interlocutore. il fanatismo certo c'è anche a destra (e gli stronzi pure) ma è innegabile che nel 99,9%  l'ultrambientalismo ha radici a sinistra.  questo nella mia personalissima opinione. surjak

  5. anonimo ha detto:

    si tratta naturalmente di un caso, ma vorrei farvi notare, di passaggio, la svolta ambientalista di Al Qaeda. OBL nel suo ultimo messaggio fa anche notare che: "le vittime della guerra sono molto meno numerose delle vittime del cambiamento climatico."ernestoA

  6. vincenzillo ha detto:

    ernesto, le affinità elettive?

  7. reginadistracci ha detto:

    Non ho parole, ora ho la prova deifntiva che gli ambientalisti sono i nuovi nazisti.

  8. topenz ha detto:

    Scambiano la creatura con il Creatore e la venerano come dio impersonale. Scambiano l'uomo con un animale, anzi, il più cattivo degli animali. Aborriscono le manipolazioni genetiche nei vegetali ma le auspicano nell'uomo. Applicano il principio di precauzione per ogni tipo di cibo o di prodotto agricolo o industriale, ma non lo applicano alla vita di un essere umano. Venerano la scienza, ma credono a tutti i catastrofismi non scientificamente provati…In altre parole, non ritengono ogni uomo un essere unico, irripetibile, fatto di anima, spirito e corpo. Un essere in rapporto con il Mistero.Mi dispiace per loro, convinti di essere un ammasso di cellule, condannati a non vedere il senso della propria vita, vanno verso il nulla senza sapere di essere stati creati poco meno degli angeli.

  9. anonimo ha detto:

    mah c'è una cosa che non ho capito. Se sto 10:10 (che poi a dirlo sembra il fumetto francese;) è un'associazione ambientalista (almeno credo) perchè ha finanziato una campagna così chiaramente controproducente per loro stessi? Si danno dei fanatici da soli?O forse non ho capito nulla?ciaoC.

  10. anonimo ha detto:

    no, loro credevano che la campagna potesse essere spiritosa ed efficace.ernestoA

  11. vincenzillo ha detto:

    regina, affinità spirituali ce ne sono, ma non so se è il caso di evocare il nazismo. inoltre, per fortuna, i meccanismi della politica limitano i danni economici che costoro vorrebbero infliggere alla società in nome del loro assurdo credo.topenz, "non ritengono ogni uomo un essere unico, irripetibile, fatto di anima, spirito e corpo."Vero. E il video ne è l'espressione simbolica più cruda e, involontariamente, più rivelatrice.C., ha ragione ernesto, quelli sono davvero convinti di essere divertenti e, tramite la simpatia, vorrebbero farti accettare il loro messaggio. contenti loro…

  12. anonimo ha detto:

    a parte gli scherzi, la cultura nazista aveva forti tratti ambientalisti o, se vogliamo, protoambientalisti. per esempio il richiamo a un passato idealizzato con caratteristici tratti rurali e premoderni, il culto del "locale", l'idea di un Volk che vive in armonia con il proprio ambiente senza sfruttarne indiscriminatamente le risorse, il rispetto per gli animali (Hitler si premurò di avvelenare anche il suo pastore tedesco per impedire che cadesse nelle mani dei russi), l'ideale di "naturalità" che spesso si esprimeva nel nudismo, il fortissimo sospetto verso il mondo urbano del commercio, delle attività industriali, della finanza, etc.

  13. vincenzillo ha detto:

    ernesto (#12, giusto?), la cosa paradossale è che proprio il nazismo, con il potenziamento fortissimo dell'industria durante il periodo bellico, è all'origine storica di un'impennata enorme nell'industrializzazione e dell'inurbamento in Europa (contemporanea a quella in GB, Giappone, USA). Ma ora che ci penso, questo stesso paradosso lo si coglie anche oggi, nella svolta ambientalista di tanti post-comunisti, che non si capisce come possano tenere insieme il loro zoccolo duro nel mondo operaio della grande industria (fortemente interessato, per evidenti ragioni, alla perpetuazione della grande industria, che inquina e che va necessariamente globalizzandosi) ma nello stesso tempo indicare l'ideale del "locale", dell'ambiente incontaminato, la campagna, il bio (vedi anche il filone del nostro amico Petrini).A proposito del "culto del "locale"", un mesetto fa ho assistito a un esilarante dibattito tra Pecoraro Scanio e un sindaco donna leghista. Il sindaco leghista difendeva a spada tratta il "local". Pecoraro diceva le stesse identiche cose, usando quasi le stesse identiche parole, ma alla fine del discorso, voilà, aggiungeva la formuletta magica: "però non nel senso medievale che intende la Lega". Fantastico.

  14. ernestoA ha detto:

    sì, ero io, scusa l'anonimato. Pecoraro Scanio, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo… ma visto che c'è, sarebbe meglio disinventarlo (è una battuta, non un incitamento alla violenza: nota per i visitatori occasionali del blog).

  15. anonimo ha detto:

    Massi! Nazisti Komunisti Intelluatolidi ignoranti feccia della scocietà rompicoglioni atei froci…cosa cazzo vorranno? Dio ci ha creato per sfruttare le risorse che la terrà ci dà, altro che riscaldamento globale..in 6000 anni da quando è stata creata la terra non è cambiato nulla! (se non il diluvio universale del nostro Signore).Grazie per il post! Continua cosi!

  16. anonimo ha detto:

    Senti ano numero 15, informati prima di fare dell'ironia imbecille. Negli ultimi milioni di anni il clima è cambiato svariate volte. Te l'hanno detto che i ghiacciai avanzano e si ritirano in continuazione da miliaia di anni? Te l'hanno detto che "Groenlandia" significa "terra verde" in quanto nel medioevo era appunto verde? Eppure nel Medioevo non c'era una industria scriteriata a provocare un presunto "effetto serra"! Molti scienziati hanno dimostrato che i cambiamenti climatici sono sempre esistiti, e che non dipendono dall'uomo ma da fattori naturali, specialmente l'attività solare. Ma questi scienziati vengono silenziati dai tuoi amichetti ambientalisti, che dettano legge negli ambienti politici e universitari, silenziando i dissidenti  (ne parla Melanie Phillips nell'ultimo libro, vedi ultimo numero di Tempi).Per il resto, quando ho detto che gli ambientalisti sono i nuovi nazisti pensavo proprio a quei fenomeni di naturismo e di nudismo molto diffusi nella Germania di quegli anni.Adesso vorrei sottolineare che l'ambientalismo è l'altra faccia del matusianismo. Tutta l'isteria riguardo allla "impronta ecologica" di ciascun essere umano si lega appunto alla convinzione che "siamo in troppi" (convinzione smentita svariate volte dalla stiria, leggi Julien Simon).  Infine, entrambe le facce della medaglia sono legate al darwinismo. Malthus: siao in troppi. Darwin: solo i più adatti meritano di sopravvivere. Hitler: gli adatti che meritano di sopravvivere sono gli ariani, gli altri (ebrei, disabili e negri) vadano nei forni. E appunto, matusianismo, ambientalismo e darwinismo sono (insieme al totalitarismo politico) gli ingredienti del nazismo.L'orripilante spot con i bambini che esplodono cela un mesaggio preciso, maltusiano: gli esseri umani sono troppi, quindi bisogna farne fuori qualcuno per il bene dell'ecosistema. Agli ambientalisti  dedico col cuore la statua di Cattelan davanti alla borsa a Milano.Reginadistracci sloggata

  17. anonimo ha detto:

    #16 mi dispiace che tu mi definisca ano, sono completamente d'accordo con te. Pensa che mio padre scarica i rifiuti tossici dei liquidi delle frese nel canale. Chi ci ritroviamo un giorno davanti alla fabbrica? Quei cazzo di ambientalisti che con tre pescatori pezzenti ci minacciano come nazisti di farci chidere la fabbrica! Alla faccia della libertà di impresa, loro vorrebbero il regime ambientalista!! e guarda che mio padre lo fà solo perchè le tasse di questo statalismo comunista ci soffoca l'impresa! Guarda te in che mondo viviamo…

  18. vincenzillo ha detto:

    Una delle caratteristiche degli ambientalisti fanatici, che rende così gradevoli le discussioni con loro, è che sanno distinguere perfettamente i seguenti concetti:-ambiente-problemi dell'ambiente-problemi veri-problemi falsi-soluzioni possibili per i problemi dell'ambiente-soluzioni vere e ragionevoli-soluzioni false e irragionevoli-ambientalismo-ambientalismo fanatico-ambientalisti in buona fede-ambientalisti cinici e opportunisti-origini storiche dell'ambientalismo e dell'ambientalismo fanatico

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...