Presidente della Repubblica o direttore di Repubblica?

finiSe mi interessasse ancora qualcosa di questo "politico vecchio stampo" (Marco Travaglio dixit), di questo sbandieratore di "codici etici", di questo elettrostimolatore delle "coscienze migliori di questo paese", di colui che riesce a rimanere – miracolo! – dentro "qualcosa che non c’è più", roba che manco il grande Houdini; dicevo, se davvero mi interessasse qualcosa di lui, mi chiederei dove cavolo vuole andare e chi ha scritto per lui il suo fumoso discorso di Mirabello (Scalfari, Scalfaro, Di Pietro, Veltroni). Ma siccome non me ne frega niente, ma proprio niente, spero solo che si levi dalle balle al più presto, lui e tutto il suo drappello di seriosi ditini puntati.

Annunci

24 commenti su “Presidente della Repubblica o direttore di Repubblica?

  1. T0pGun ha detto:

    Gli elettori devono dargli una mano però, sennò da solo non so se lo capisce.Per ora non l'ha capita temo.

  2. vincenzillo ha detto:

    top, lo temo anch'io. In caso di elezioni, spero che la soglia di sbarramento faccia giustizia.

  3. ipitagorici ha detto:

    Se non ti interessa, non ne parli :)Scusa ma ritieni la cacciata di Fini dal PDL sintomatica di un partito liberale?

  4. vincenzillo ha detto:

    bruno, ovviamente mi interessava sentire cosa avrebbe detto a Mirabello. Ora che ha palesato che cosa vuole davvero, e cioè il ruolo di capo che aveva in Msi e An, e ora che ha ufficializzato pure il suo fidanzamento con Di Pietro e Scalfari, ai miei occhi ha perso definitivamente qualunque interesse, dal punto di vista delle idee, salvo conservarne come oggetto indesiderato, se non come ricattatore del governo.Quanto alla sua cacciata dal PdL, non ci possono essere due capi. Fini, se davvero avesse tenuto al liberalismo e non solo al suo potere personale, avrebbe dovuto mettersi in testa che le sorti del liberalismo in Italia sono affidate solo e soltanto a Berlusconi e alla sua politica, che non prevede quei partiti e quelle mediazioni della vecchia politica tanto cara a Fini. Non c'è nessun altro soggetto politico, oggi in Italia, ripeto, nessuno, che sia così autenticamente liberale: "Meno Stato, meno tasse!". Quando lo sentirò dire da Fini, mi rimangerò tutto, ma non accadrà mai. Mai. Le sue restano solo lezioncine moralistiche e patetiche, in bocca a uno che sta con Berlusconi da 16 anni, che gli deve l'esistenza politica e che ha a sua volta cacciato gente dai suoi vecchi partiti. Ennesime strizzatine d'occhio ai suoi nuovi fidanzatini Scalfari e Di Pietro.ps. Come il iberalismo, in Berlusconi, si concili al carisma e all'assenza di mediazioni, fa parte del fascino intramontabile del fenomeno. "Coincidenza degli opposti", Coincidentia oppositorum, diceva il filosofo Nicola Cusano.

  5. T0pGun ha detto:

    i pitagorici,mai per difendere il pdl…ma ad un certo momento è Fini che non si è trovato più bene.a memoria, tutto è partito da lui.bhe, se ne andasse.

  6. ipitagorici ha detto:

    Sinceramente derubrica i valori liberali a "meno tasse meno Stato" mi sembra una semplificazione eccessiva.Fra l'altro ciò che non arriva dall'aumento della pressione fiscale arriva per altri mezzi, basta fare un giro in macchina in un qualsiasi Comune italiano per verificare questa caccia estrema alle multe.Ma i valori liberali possono esistere in un partito dove chi la pensa diversamente viene cacciato ? Tu scrivi, non ci possono essere due capi. Io ritengo che in un partito che si autodefinisce liberale non ci dovrebbero essere capi.La vecchia politica tanto cara a Fini non mi sembra diversa da questa : si ruba allo stesso modo, tutti i ruoli sono assegnati ai servi di partito. L'unica cosa che è cambiata è la totale mancanza di rispetto per l'avversario…

  7. vincenzillo ha detto:

    bruno, "derubricare i valori liberali a "meno tasse meno Stato" mi sembra una semplificazione eccessiva."In economia, quella è la base, la condizione senza la quale uno non può dirsi liberale."Io ritengo che in un partito che si autodefinisce liberale non ci dovrebbero essere capi."Ragionando in astratto o su altri partiti europei. Ma Berlusconi è Berlusconi. E' capo o non è Berlusconi. Se vuoi costringerlo a modificare la struttura del PdL, bene, puoi provare a farlo, e io sarei stato anche favorevole, come scrissi anche su questo blog. Ma entro certi limiti, piuttosto ristretti. Fini, invece, ha preso un'altra strada perché alla fine anche lui voleva essere capo o niente. Ora si beccherà il "niente".

  8. ipitagorici ha detto:

    Che si becchi il "niente" non mi pare proprio, stai tranquillo che i politici cadono sempre in piedi, anche il rivoluzionario Fini :)Comunque fonderà questo partito e farà l'alleanza con Casini, penso.Sul liberalismo/essere liberali, facevo un discorso un po' più ampio, ad esempio nella sfera dei diritti etc… comunque quello che ha detto Fini ieri, a parte l'annotazione che faccio di essersene accorto solo dopo 16 anni, è sostanzialmente giusto e condivisibile. Come ben sai auspico un'Italia non governata da Berlusconi e dalla sinistra. Quindi di necessità virtù !

  9. ClaudioLXXXI ha detto:

    Vincenzo, ti ho mandato un PVT su splinder.

  10. T0pGun ha detto:

    è ufficiale.Fini è capo dell'opposizione.Lo ha detto il credibilissimo capezzone, e se lo ha detto lui "uomo" coerente e degno di essere ascoltato…..ironia e personaggi di sest'ordine a parte, Fini mi auguro che raccolga il niente.Perché 16 anni fa avrebbe dovuto fare queste mosse se voleva il comando.Troppo comodo buttarsi sul carro del vincitore e poi d'improvviso accorgersi che i suoi alleati puzzano.Troppo comodo. 

    Ha annullato alleanza nazionale, ne ha tratto potere personale e adesso si accorge che berlusconi è brutto e cattivo, che bossi puzza, che i metodi con cui il pdl controlla l'informazione,governa, esiste sono intollerabili.

    incoerente, sono ripetitivo l'ho detto e ridetto.non c'è semplicemente poco da fidarsi, non c'è proprio un bel niente da fidarsi.

  11. T0pGun ha detto:

    http://www.youtube.com/watch?v=1FyxdqHesdQ&feature=player_embeddedI Finiani all'improvviso si sono accorti che Berlusconi è una brutta persona e che la legge elettorale fa schifo……..bah!!!se questi qui prendono voti e tornano in parlamento, allora si c'è da chiedersi se siamo ancora una paese composto da gente sana di mente.

  12. ipitagorici ha detto:

    Ma Top cosa speri, che tutti i voti vadano a Berlusconi, che senza Fini e Casini inizierà a fare tutti quei provvedimenti che per un motivo o per l'altro non è ancora riuscito a portare a casa ?Con questa legge elettorale grazie alla quale potrà far eleggere chi vuole, servi all'infinito del capo, miracolati senza arte ne parte ?Perchè di vittoria della sinistra manco a parlarne, l'unica cosa certa è che con la grinta di Bersani, il savoir fair di Di Pietro e la limpidezza di D'Alema non vinceranno mai…

  13. T0pGun ha detto:

    Ma guarda, non è che mi piaccia Berlusconi.Però non è questo il tema del post, quindi non lo tiro in mezzo. non facciamolo protagonista anche quando non lo è :D.16 anni fa Fini era la destra.alleanza nazionale era la destra.gli è convenuto sciogliere il partito, ha raggiunto i suoi obbiettivi che non erano quelli degli Italiani, le cose che tu e tanti notano in berlusconi e nel berlusconismo gli andavano bene.poi puff. d'improvviso tutti sporchi brutti e cattivi!questo non vuol dire che per me sia meglio che berlusconi prenda i voti ecc. ecc.Però non è berlusconi il tema di questo post e di quello che sta attualmente succedendo in italia.quello che personalmente vorrei io per l'italia, è che tutti i personaggi simil fini PAGASSERO le scelte a vantaggio personale che fanno.fini è il primo.non parliamo di sinistra, dato che non c'è nulla di cui parlare.anche lì vorrei che certi personaggi venissero puniti elettoralmente e che uscissero dalla vita politica del paese…in quel caso hanno già fatto da soli.capisci dove voglio andare a parare?in ogni caso, qui non c'entra berlusconi, il post dice altro.

  14. ipitagorici ha detto:

    Si, anche a me piacerebbe che tutti questi personaggi cedessero il passo. Ma queste sono speranze.La realtà è diversa.

  15. anonimo ha detto:

    il link che ho segnato qui sotto è veramente da guardare/ascoltare fino in fondo..  altro che inesistente "liberalismo berlusconiano"…..Speriamo in un'italia diversa.ivan

  16. topenz ha detto:

    Beh! Se ce lo si vuole togliere dalle balle non si possono ignorare le fregnacce che dice. Al di là del "da che pulpito vengono le prediche!"…Fini parla di un futuro senza radici, perché contraddice oggi ogni cosa di quello che diceva ieri.  Ti aspetto sul mio blog, dove ho fatto le mie considerazioni… CiaoPS: Ora funziona, che strano!

  17. vincenzillo ha detto:

    ivan, per quanto riguarda il tema del liberalismo, faccio mie le parole del sociologo Luca Ricolfi, ieri su Riformista:"Fini ha lo stesso problema dell'Udc: guida un movimento che si proclama liberale ma che non lo è". Ovvero "tratta da liberali istanze politiche ovvie, la legalità, la lotta alla mafia, e il rispetto delle condizioni di dignità degli immigrati", mentre sui principi cardine della teoria liberale, quelli economici, ha idee ben distanti dalla dottrina. "Nei cahiers de doleance dei finiani non c'è mai la liberalizzazione dei servizi pubblici, e – tranne Baldassarri – non ho mai sentito nessuno spingere per la riduzione delle tasse (…) anche sul federalismo tifano per una versione assistenziale e non responsabilista, perché sono insediati nel mezzogiorno".Quanto a Travaglio, sempre lì a impartire lezioncine, che oltre a essere molto irritanti sono pure false. La democrazia per lui è sempre "incompiuta", ora però finalmente intravede, bontà sua, una "destra normale"… di fondo cìè sempre sta storia che Berlusconi e chi lo vota sono un'"anomalia" da cui bisogna liberare il paese. La solita, gigantesca bufala, nata decenni orsono, quando c'era ancora la Dc, anch'essa, guarda caso, vista dai buoni e giusti come una "deviazione" da cui prima o poi ci si sarebbe liberati. Come sempre, ne scrive l'ottimo zamax:http://zamax.wordpress.com/2010/09/07/la-storia-deviata/

  18. vincenzillo ha detto:

    topenz, va beh, dai, Fini cacciava dissenzienti anche dai suoi partiti; va beh, dai, Fini querela giornali un attimo dopo aver difeso il sacrosanto diritto all'informazione…  ma guarda che c'è modo e modo, nel fare le cose, e Fini qualunque cosa faccia la fa in modo taaaanto liberale…

  19. ipitagorici ha detto:

    Beh ma la politica liberale di Berlusconi, cosa ha portato in questi 8 anni di governo al nostro Stato. Dove è questa rivoluzione liberale ?Mi pare che voi notiate la pagliuzza nell'occhio di Fini e non le travi Verdini – Scajola – Berlusconi… ok essere garantisti ma sta diventando davvero la scusa per ogni genere di impunità, dall'Abruzzo al caso Mills !

  20. vincenzillo ha detto:

    bruno, "voi" chi?

  21. anonimo ha detto:

    esatto bruno.a me di fini frega ben poco, il link a travaglio non era x "scagionare" fini, solo per mettere qualche puntino sulle i.Berlusca non ha combinato nulla in tutti sti anni, se non danni, e non mi si venga a dire che è solo perchè non ha potuto, chè è patetico…Sarebbe bastato anche solo il motto che (ri)scrivi tu Vinz "meno stato meno tasse": un motto che B s'è apllicato solo a se stesso (Mondadori in primis). Bah.Ivan

  22. anonimo ha detto:

    Voi intesi come sostenitori di Berlusconi, non volevo irritare Ivan !Bruno

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...