Tasse: un'elementare questione di giustizia

tasseE’ giusto che al cittadino, tra tasse, accise sulla benzina etc., rimanga da usare liberamente meno della metà di ciò che guadagna? No, non è giusto. E’ su questa elementare questione di giustizia che Berlusconi e la Lega hanno costruito le loro fortune politiche. Ed è su questo che dovrebbero conquistarsi, oggi, la fiducia per il futuro. Invece ciò non accade. Perché non accade? Perché il PdL sa di poter vivere di rendita da qui al 2050, e quindi non sta troppo a sbattersi. Tanto il Pd, come alternativa di governo, è credibile più o meno quanto il circo Togni. Inoltre, Di Pietro non fa dormire i bambini la notte, e di conseguenza nemmeno i loro genitori, che quindi per quieto vivere continueranno a votare centro-destra. Il PdL lo sa e si siede sugli allori. E questo non va bene, non va affatto bene…

Link a un pezzo di Paolo Del Debbio sul Giornale di 15 giorni fa (qui).

Annunci

4 commenti su “Tasse: un'elementare questione di giustizia

  1. anonimo ha detto:

    Ciò non accade perchè per abbassare le tasse bisognerebbe eliminare un po’ di privilegi e tagliare le spese dello stato,non perchè il PD è debole.

    Altrimenti non si spiegherebbe perchè nel precedente governo Berlusconi,quando il gradimento scendeva a picco ci fù solo una piccola sforbiciata all’Irpef.

    Frank77

  2. vincenzillo ha detto:

    Frank77, quando il gradimento è a picco, tagliare la spesa è un suicidio.

    La strada, però, è quella, hai ragione. Secondo me c’è anche da tenere conto di altri fattori. Primo, la crisi economica. Secondo, che  tagliare la spesa significherebbe prendersi un bel rischio: infatti c’è una parte del PdL stesso che non rema nella stessa direzione, tipo gli ex An. Secondo me, un Pd più forte obbligherebbe B a smetterla di tergiversare e a prendersi questo rischio. Finalmente.

    Aggiungo: oggi B preferisce provare a tagliare la spesa nel modo più indolore, e cioè con la digitalizzazione e balle varie, ma per assestare i veri, duri colpi che occorrerebbe assestare, deve per forza approfittare dei momenti in cui il gradimento è alto, e il gradimento di oggi, dopo addirittura un anno e mezzo di governo, è sicuramente un record. Per questo, a me girano le balle ancora di più.

  3. anonimo ha detto:

    Vincenzo, Vincenzo mio candido e ingenuo corrispondente….

    Fraco unlogged

  4. vincenzillo ha detto:

    Franco (o "Fraco"? :-)), parafrasando Dante, preferisco peccare per "troppo di candore" che per "troppo di livore".

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...