La verità storica e i suoi custodi

Fa una certa impressione sentir dire dal capo dello Stato, figura istituzionale di riferimento per i custodi della legalità, dell’antifascismo, delle istituzioni, della costituzione etc. etc., parole che fotografano la realtà storica italiana in un modo assai diverso da quello tanto caro ai custodi della legalità, dell’antifascismo, delle istituzioni, della costituzione etc. etc. Dice Napolitano, infatti, che dopo Tangentopoli si è verificato in Italia "un brusco spostamento degli equilibri nel rapporto tra politica e giustizia". Delle due l’una: o il custode per eccellenza è diventato improvvisamente filo-berlusconiano, o perfino Berlusconi è custode di un briciolo di verità.

Link all’ANSA di qualche giorno fa (qui).

Annunci

Gerusalemme, gennaio 2010

vallettaValletta tra la città vecchia e la collina col nostro albergo,
nella parte moderna.

sui-tettiUn bambino ebreo corre sui tetti della città vecchia,
sopra le case e i vicoli, tra il quartiere ebraico e quello musulmano.