Superlativo liberatorio

di-pietro_3Da garantista, sono rimasto folgorato da una dichiarazione di Tonino sull’inchiesta pubblicata da MicroMega sui politici dell’IdV, che ha rivelato alcune incongruenze tra la santissima moralità sbandierata e la cruda realtà dei fatti (ci sarebbe da dire che questa guerra tra puri per aggiudicarsi il trofeo di Purissimo è meravigliosa, ma sorvolerò). Per esempio c’è questo suo candidato Porfidia. Dice Di Pietro: "è indagato per un banalissimo abuso di quand’era sindaco". Ora, non so chi sia Porfidia e non mi interessa. Non so che abuso avrebbe compiuto né mi interessa. Mi interessa solo quell’aggettivo: "banalissimo". Finalmante l’ha detto. Risentiamolo: "banalissimo". Superlativo liberatorio. Dunque, anche per Di Pietro un abuso può essere "banalissimo". Dunque, per il nostro questurino è ammessa la possibilità che un politico non abbia le stimmate e tuttavia possa continuare a fare politica. E’ un primo passo. Avanti così, e tra un po’ anche Tonino sarà un politico presentabile.

Annunci

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...