Il brutto è immorale / 3

fuksasCercate per un attimo di non guardare la chiesa. Come dite? Quale chiesa? Intendo l’immenso, raccapricciante blocco di cemento. Chi l’ha fatta, chiedete? Un genio. Il suo nome è Massimiliano Fuksas. Su internet trovate la sua bio (qui), con tanto di onorificenze – è Cavaliere di Gran Croce, anche se da opere del genere è chiaro che odi manifestamente la croce. Su youtube trovate anche alcune sue comparsate ad Annozero e in altri posti. Nel ruolo del genio, naturalmente. Non dell’idiota – nel senso di Dostoevskij, eh, tra intellettuali ci si capisce. Nel ruolo del maestro, non dell’asino – nel senso di Apuleio. Ebbene, dicevo, distogliete lo sguardo dall’insulto alla bellezza e alla cristianità, e chiedetevi chi siano le persone sul sagrato. Di sicuro, non fedeli. Impossibile pregare in uno schifo simile. Probabilmente atei, pellegrini del Nulla, adoratori giunti a Foligno da ogni dove a incensare l’idolo. Architetti? Studenti? Giornalisti? Fighettume vario? Chi lo sa. Io so solo che se fossi Dio, piuttosto che abitare lì dentro, mi darei al randagismo.

(Qui ci sono i post precedenti della serie)

Annunci