Ho firmato per Eluana

Mi hanno preso in un momento di debolezza? Può essere. Comunque stamattina camminavo in via Torino e mi si avvicina questa brava ragazza dalla faccia pulita. Mi dice: "Buongiorno, vuole fare qualcosa per Eluana?" E io subito penso ai soliti radicali che vogliono l’eutanasia. Ai soliti Umberto Eco che strillano allo sfascio della costituzione perché Berlusconi porta avanti un decreto legge per salvare una vita. Già mi preparo a scansarla, come faccio con quelli di Greenpeace e con animalisti vari (ma che mi fermate a fare, non lo leggete il mio blog??). E invece no. Questa brava ragazza di CL rappresenta chi non vuole l’eutanasia. E chi pensa che il decreto di Berlusconi sia perfettamente legittimo. (Tra parentesi, anche il Pd pensa che sia legittimo, e infatti ha lasciato libertà di coscienza ai suoi deputati. Se fosse davvero così incostituzionale, così fascista, non lascerebbe i suoi deputati liberi di scegliere. No? Vedi blog di Rocca in proposito (qui). Chiusa parentesi). Allora penso anche al buon vecchio Andreotti, di cui sto leggendo l’interessante biografia. Ieri al Corriere Giulio dichiarava: "Quella legge non fa male a nessuno". Nemmeno alla costituzione. E ancora: "Come dicono i medici? Primum non nocere, per prima cosa non nuocere". Primum non nocere. Secundum, firmare. E allora firmo.

25 commenti su “Ho firmato per Eluana

  1. kreben ha detto:

    Andreotti, per dirla tutta, aveva detto anche altro
    http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200902articoli/40786girata.asp.
    O al solito le mezze verità sono migliori?

  2. seia ha detto:

    E’ curioso assistere sempre agli stessi meccanismi nei discorsi di quanti, come te, vorrebbero imporre a tutti gli altri la loro visione del mondo. Piegando spesso la realtà, come fa Berlusconi, che per esempio definisce “stataliste” le rivendicazioni di chi chiede che chiunque possa decidere per la propria vita e disporre per la propria mortem mentre ritiene che sia giusto che lo stato possa decidere in sua vece, se non fosse tragico farebbe quasi ridere. Nel tuo caso non solo ignori metà del discorso di Andreotti che ha detto allo stato e alla Chiesa di farsi i fatti propri in pratica, sempre che per qualcuno conti quello che dice Andreotti, ma vuoi pure far passare per decreto legge, che è stato cassato dal Presidente della Repubblica ti faccio presente, quello che invece è diventato un ddl, ossia un disegno di legge che passa solo dopo approvazione delle due camere. Sono due cose assolutamente distinte. Peraltro Veltroni ha detto per il PD: “Sul voto decideranno i gruppi parlamentari del Pd”. In un solo pezzettino di commento hai scritto una serie infinita di menzogne, manipolazioni, bugie, o solo puttanate dettate dalla scarsa conoscenza dell’argomento che tratti. Perfettamente in linea col tuo governo e la tua parte politica. Poi mescolare la questione dell’eutanasia con quanto succede intorno a Eluana è davvero una cosa scorretta, per usare un eufemismo.

  3. vincenzillo ha detto:

    kreben, io ho letto e citato il Corriere, pag. 2, non la Stampa. Sai, non faccio la rassegna stampa ogni mattina.

    seia, le puttanate le dici tu:
    -su Andreotti vedi risposta a Kreben.
    -Sul “decreto” diventato “disegno”, cambia la forma, ma non la sostanza: salvare o no la vita di Eluana. Il mio è stato un errore dovuto alla fretta. Se hai qualcosa da dire sulla sostanza, dimmela. O vuoi solo attaccarti alle parole?
    -Sulla libertà lasciata da Veltroni, stessa cosa: rispondimi sulla sostanza, se hai qualcosa da dire.
    -Sull’eutanasia. Dare l’autorizzazione a togliere la vita a una persona che cos’è? Ma soprattutto, che conseguenze porta con sé nel sistema giuridico, una volta attuata?
    -Sullo “statalismo”. Chi, come te, è imbevuto di cultura statalista ritiene normale che lo stato legiferi su tutto. Altri, più liberali come Berlusconi, no. E allora?

  4. seia ha detto:

    Veramente le puttanate le hai dette solo tu, per ignoranza, fretta o cattiva fede, non conta. Io non ho detto nemmeno una cosa inesatta. Dunque…
    In ogni caso tu la sostanza non la riconosceresti nemmeno se te la sbattessero in faccia, confondere decreto legge e disegno di legge è una questione grave, politicamente, giuridicamente, costituzionalmente, è una questione di sostanza, non di forma. Ma tanto a te non interessa la verità delle cose tanto che ti smentisci da solo: io non voglio la legge che m’imponga la volontà dello stato per quando e se dovrò decidere come morire, tu la vuoi: chi è lo statalista, chi vuole l’intervento dello stato nelle decisioni individuali? In realtà per te e per Berlusconi è statalismo, senza nemmeno sapere che dite, tutto ciò che va contro le vostre idee e che al tuo presidente del Consiglio impedisce di fare i suoi comodi. Ripeto sarebbe ridicolo se non fosse drammatico.
    Infine: Eluana viene alimentata tramite interventi meccanici, chirurgici, esterni, indotti, chiunque può rifiutare i trattamenti medici se crede, lo dice quella costituzione per cui non avete il minimo rispetto e lo dice anche la carità cristiana, smettila di batterti il petto e libera gli occhi dal fumo dell’ideologia e dell’intolleranza, nessuno vuole imporre a te alcunché, decidi pure come morire, ma non ti permettere di pensare che tu e chi per te, possa decidere per me.

  5. Anzitutto, il presidente della Repubblica è il garante della Costituzione: se esiste il minimo sospetto che un ddl sia incostituzionale, è suo dovere non firmarlo. E il ddl proposto da Berlusconi di sospetti d’incostituzionalità ne solleva molti, come si evince dalla lettera di Giorgio Napolitano, la quale cita punto per punto gli elementi che lo hanno spinto a dubitare.

    Che poi il ddl, o progetto di legge che sia, abbia lo scopo di salvare la vita di Eluana Englaro, mi sembra una clamorosa menzogna. La sola sensata spiegazione della strategia di Berlusconi mi pare quella che ha dato Giulio Mozzi, qui

    http://www.ilprimoamore.com/testo_1328.html

    Sullo “statalismo”, poi, mi pare che tu (e Berlusconi) siate in aperta contraddizione. Se davvero lo Stato non deve legiferare su tutto e su tutti, perché non lasciare che faccia testo la sentenza della Cassazione? In realtà, se il numero delle leggi varate è direttamente proporzionale allo “statalismo” di un governo, allora i governi Berlusconi sono i più statalisti di tutti, visto che in media hanno varato più leggi di qualsiasi altro governo della Repubblica.

  6. vincenzillo ha detto:

    seia, tralascio la questione “decreto” o “disegno” perché sarà grave in altri casi, ma in questo non conta praticamente nulla, e se non fossi accecata lo vedresti anche tu.
    Poi, non ti accorgi dell’assurdo in cui cadi? Dici: “non ti permettere di pensare che tu e chi per te, possa decidere per me”. Invece per Eluana può decidere qualcun altro, vero?
    Infatti Eluana non può “rifiutare i trattamenti medici se crede”. Non può. E non l’ha fatto.
    Infine, “carità cristiana”. “Carità cristiana” è quella delle suore che si sono offerte di accudire Eluana. Ed è quella di Berlusconi che vuole salvare una vita.

    licenziamento, Giulio Mozzi scrive: “Io non ho prove, ma immagino che questa morte egli la voglia”. Ma dai, chi è, Hitler? Questo è puro delirio.
    C’è una spiegazione molto più semplice per il ritardo: la codardia. Perché andarsi a invischiare in qualcosa che rischia di far perdere voti? Vedi anche aborto, per esempio. Meglio procrastinare sperando che le cose si risolvano per il meglio senza esporsi. Ma se poi le cose non vanno come si sperava, si interviene. Tipico atteggiamento all’italiana, peraltro. Ma tra questo e il delirio di Mozzi c’è un abisso.

  7. seia ha detto:

    Eluana l’ha detto più volte cosa voleva, nonostante gli ignobili tentatvi di chi cerca di far passare il padre, la madre, gli amici e i parenti che forse, dico forse eh, la conoscevano meglio di te e di Berlusconi e quello che non voleva 17 anni fa ormai, era quello che invece volete costringerla a subire. Inoltre in casi come questi dovrebbero essere i suoi a decidere e non tu, o Berlusconi, o il parlamento: ecco cos’è lo statalismo. Continuare poi a definire la questione tra decreto legge e ddl superficiale è tipico di chi non ha rispetto nè cognizione del nostro sistema costituzionale e soprattutto pensa di poter fare qualsiasi cosa in barba a tutto l’ordinamento: una cosa è una decisione d’urgenza e ad personam imposta dal governo, con il parere contrario del presidente della Repubblica per di più, un’altra è una legge votata – che poi secondo me nemmeno dovrebbe esserci è un altro paio di maniche ma almeno non è così platealmente anti-costituzionale l’iniziativa, seppur discutibile – dal parlamento e dibattuta in aula sentendo i pareri di tutti i rappresentanti del popolo a cui per costituzione appartiene la sovranità “e la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione” art 1 comma 2. Ora mi rendo conto che per te, Berlusconi e i suoi conoscere la costituzione sia superfluo perché non vi permette di fare il cavolo che vi pare, però non puoi pensare che nessuno ve lo faccia presente o vi lasci fare e dire senza ribattere.

  8. seia ha detto:

    Scusate, mi si è cancellato un pezzo della prima parte deel commento che era “Eluana l’ha detto più volte cosa voleva, nonostante gli ignobili tentatvi di chi cerca di far passare per bugiardi e crudeli il padre, la madre, gli amici e i parenti”

  9. @vincenzillo, Berlusconi non è Hitler: è, semplicemente, un uomo assetato di potere che, come scrive Mozzi, “interessa conquistare il potere di governare per decreti legge, con un Parlamento bue che li approva senza nemmeno discuterli.” Ciò è indiscutibile, credo, sia nel caso che la tesi dietrologica di Mozzi sia vera, sia nel caso opposto. Fatto sta che, come tesi dietrologica, a me sembra assai plausibile. L’insofferenza di Berlusconi nei confronti di qualsiasi organismo di controllo delle attività del governo, dalla Corte Costituzionale al Presidente della Repubblica, è ben nota.

  10. vincenzillo ha detto:

    seia, io 17 anni fa dicevo una montagna di cazzate. Forse anche più di te adesso, pensa. Tipo di voler fare l’ingegnere. Ma 16 anni fa ho cambiato idea, e per fortuna mio padre non è riuscito a farmi iscrivere contro il mio nuovo volere.
    Sul padre: non ho mai detto che il padre è bugiardo e crudele. Mai. Stai parlando con me o con le ideologie avverse alla tua? Io casomai dico che se la disperazione del padre porta con sé la morte di Eluana, allora io preferisco la pietà delle suore che vogliono accudirla ora che è viva.
    Sul decreto. Se il decreto è firmato dal presidente, passa. Se no, non passa e quindi bisogna fare un disegno. Ma sono entrambe strade perfettamente costituzionali. Almeno, così risulta a me e a Berlusconi.

  11. seia ha detto:

    Ma stai dicendo sul serio? Sul serio puoi paragonare la velleità dei desideri di ragazzini sul proprio lavoro, alla volontà di non restare come una pianta attaccata a dei macchinari espressa poi non da un diciassettenne ma da una ragazza più grande? Tu e il tuo Berlusconi non volete salvare nessuno, volete vincere, sovvertire l’ordine, imporre la vostra becera visione delle cose, in più il tuo Berlusconi vuole pure la presidenza dle consiglio, spero che almeno tu abbia più pudore.
    Poi, mi pare evidente che diritto in genere e di diritto costituzionale in particolare tu non ne sappia nulla, quindi di cosa stiamo parlando? Io resterei nel mio se fossi in te.
    Sul padre non mi riferivo a te, ma dopo il tuo commento metto dentro anche te nel calderone. Non stiamo a sottilizzare.

  12. vincenzillo ha detto:

    seia, dove sta la pietà? Dove sta la carità cristiana? Il resto, la politica, la costituzione, Berlusconi, ma chissenefrega. Pensaci.

  13. remomichelotti ha detto:

    ,….un medico un familiare ….. ecco una legge fatta di sole quattro parole che funziona da sempre . Poi solo silenzio.
    Volete proprio aggiungerne delle altre ? allora usate le …. ultime sette parole di Cristo sulla croce.

  14. seia ha detto:

    Non ci provare, non ci provare proprio. Ti ho parlato io di carità cristiana, ti ho parlato io di rispetto. Chi pensa di poter lasciare decidere a una legge la sorte di un’altra vita che ha espresso più volte come morire, non si può davvero permettere di parlare di carità cristiana. Chi sostiene quelli che colpevolizzano un uomo provato da 17 anni di calvario non sa cos’è la carità cristiana. Chi pensa che abbia ragione uno che di fronte a un corpo inerme e privo di qualsiasi coscienza parla di ciclo, riproduzione, nascita non ha la minima idea di cosa sia la pietà. E’ a te che interessa Berlusconi, la vittoria, il primato. Non provarci proprio.

  15. vincenzillo ha detto:

    seia, da quando in qua hai il monopolio della carità cristiana?
    L’arroganza con cui mi hai attribuito cose che non stanno né in cielo né in terra, che non ho mai né detto né pensato, facendo di me il feticcio dei tuoi fantasmi ideologici, non la commento nemmeno.
    Che Eluana riposi in pace tra le braccia di Dio, lontana da burocrati mortiferi come te.

    licenziamento, purtroppo non ho le statistiche sottomano, ma sono pronto a scommettere che anche il governo Prodi abbia fatto le poche cose che ha fatto a suon di decreti e di fiducia. Ciascuno è libero di decidere se questo sistema sia da tenere o da cambiare. Quello che a me fa specie è che qualsiasi tentativo venga bollato come atto di per sé eversivo (da parte di una cultura rimasta ferma al 1948), e che la sete di potere di un uomo venga stravolta fino ad assumere tratti luciferini. Normali stratagemmi di lotta politica? Bah.

  16. anonimo ha detto:

    ma tu hai mai visto un essere umano in stato vegetativo? sei mai entrato nella sua stanza?

  17. vincenzillo ha detto:

    Un anonimo che mi chiede di metterla sul personale mi fa un po’ ridere.

  18. anonimo ha detto:

    a me fa ridere chi parla di cose private, come se ne sapesse.
    ma, d’altronde, questo blog è pieno di cose che fanno ridere.
    o sei in malafede o sei un pirla.
    spero per chi ti ha letto tutto questo tempo che tu sia in malafede. se no ha speso tanti minuti della sua vita preziosa (cristianamente e laicamente parlando) a leggere un pirla. compreso io.

  19. vincenzillo ha detto:

    #18, si dice “compreso me”.

  20. anonimo ha detto:

    Da Cristo a Gandhi ; ma quante sono le personalità ,politico religiose, che sono state definite dai loro contemporanei ,dei stupidi pirloni o peggio dei criminali in malafede ?
    con umiltà d’animo leggete le ultime sette parole di Cristo … Eloì, Eloì, lemà sabactàni?

  21. anonimo ha detto:

    è vero, si dice compreso me.
    ma cambia la forma, non la sostanza.

  22. vincenzillo ha detto:

    remo, parola profonda, quella di Cristo in croce. Di una profondità inesauribile, direi.

    #21, vedo che sei attento. Ma Рse ̬ lecito chiedere Рcome mai ti interessa tanto il mio corso in pirlologia?

  23. seia ha detto:

    Ti meriteresti di essere mandato a quel paese. Ma da un fondamentalista esaltato e penitente come te, cosa ci si può aspettare? Dunque, guardo, mi sdegno e passo.

  24. Censorina ha detto:

    Ora Eluana è tornata alla Casa del Padre. Speriamo che le polemiche abbiano fine, io non ne potevo più e al Tg cambio canale. Mio figlio, in un incidente, se ne è andato subito, non ho conosciuto il dramma degli Englaro, ma la dura realtà della morte irreversibile di un figlio. Le sofferenze non provate sono difficili da comprendere per cui mi auguro che ora cali il silenzio. Con stima.
    Paola

  25. vincenzillo ha detto:

    seia, pensa un po’ cosa potevo aspettarmi io da una burocrate arrogante come te.

    censorina, io invece sono convinto che certe cose non riguardino solo la sofferenza personale dei singoli, ma tutta la società. Chiunque di noi ha il diritto e il dovere di farsi un’opinione, anche se non ha mai provato direttamente certe cose. Viviamo tutti nella stessa società, no? Quindi per trovare le regole migliori per la convivenza è necessario confrontarsi, anche a lungo e anche duramente.

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...