Libri in valigia

Spero di non riuscire a leggerne manco uno, sopraffatto dal mare, dal sole, dal divertimento, dalla spensieratezza, dalla gioia trasmessa dal nugolo di nipotini indemoniati. Ma conoscendomi, me li porto dietro lo stesso.

Utopia e speranza nel comunismo. La prospettiva di Ernst Bloch, Stefano Zecchi, Ananke.

La terra desolata, Thomas S. Eliot, Feltrinelli.

La Bibbia,
Dio.

Il milione
, Marco Polo, edizione illustrata per ragazzi dell’Editrice Boschi, 1961, recuperato personalmente in una cantina.

Meridiano di sangue, Cormac McCarthy, Einaudi.

Dunque un saggio, della poesia, il libro dei libri, un racconto di viaggio e un romanzo, perché chissà di cosa avrò voglia. Più un paio di fumettoni gentilmente donatimi dalla Sergio Bonelli, un Tex formato gigante e una raccolta di Agente Alpha. Le mutande, dite? Infilate nella valigia di mia moglie!

Annunci

9 commenti su “Libri in valigia

  1. anonimo ha detto:

    questi i libri che metti nella tua valigia. aggiungerei, tra i libri del nipotino che porta tua sorella (mamma del nipotino): la famiglia dei barbapapà, che puzza pingu, giulio coniglio fa la nanna, il mare…

  2. ipitagorici ha detto:

    anch’io sto leggendo parecchio, l’estate è il periodo più congeniale, anche se purtroppo ho già ripreso in mano i testi di procedura penale 2 per settembre.

    Ho scoperto McEwan, che mi piace a tratti, e ho letto l’Amante di Yehoshua. Molto coinvolgente.

    Ma goditi il mare se puoi, io ormai c’ho fatto il callo 🙂

    Bruno.

  3. anonimo ha detto:

    Anche tu fottuto da McCarthy… Certo che è incredibile come il showbusiness abbia ormai fagocitato quel poco che resta della narrativa in prosa su carta stampata…
    Gli altri titoli: che palle! Si salva Eliot..
    Buone vacanze!
    PS: ma se si perde in aereo la valigia di tua moglie, cosa vi mettete al posto delle mutande? Spero non la Bibbia…

  4. xunder ha detto:

    Vince sei proprio un intellettuale.
    titoli interessanti ma forse barbosi. te vogliamo con la tintarella scura però, sforzati dunque e lascia stare i libri!

  5. anonimo ha detto:

    #1, il nipotino ha avuto una bella sorpresa col libro nuovo sui camion, mi sembra. 😉

    bruno, il mare me lo sto godendo eccome, prima in sicilia e ora in abruzzo. alla fine ho letto molti fumetti (traviando anche mia moglie…)

    #3, buone vacanze anche a te, un po’ in ritardo. se si perde la valigia di mia moglie la bibbia è perfetta: remember genesi, la foglia di fico per coprirsi le pudenda? 😉

    xunder, barbosi un corno! anche se poi alla fine ho letto più che alto fumetti… 😉 un po’ di tintarella l’ho presa, e tieni conto che parto da una base già scuretta.

  6. anonimo ha detto:

    #5 ero io sloggato.
    vincenzillo

  7. Aditus ha detto:

    *La Bibbia, Dio.*: ?

  8. vincenzillo ha detto:

    aditus, è una mia provocazione. Siamo davvero sicuri che non ci sia un “di più”, oltre all’opera puramente umana?

  9. Aditus ha detto:

    Se si parla di opera la mia risposta è: sì. Il sospetto di un “di più”, o magari di un più suggetivo “di meno”, è del resto un’ennesima opera puramente umana.

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...