Pechino 2008: i monaci birmani sul podio

Ho una visione.
Vedo lo stadio delle Olimpiadi Pechino 2008.
Vedo gli spalti gremiti, vedo milioni di spettatori in tutto il mondo davanti alla tv.
Vedo le autorità cinesi sorridere al pubblico, soddisfatte.
Vedo le autorità birmane sorridere alle autorità cinesi, soddisfatte.
Ma ecco, all’improvviso accade qualcosa di inaspettato.
Gli atleti americani, francesi, italiani, si sono tolti le tute:
ora indossano le tuniche dei monaci buddisti birmani, le splendide tuniche color zafferano.
Il colpo d’occhio è magnifico.
Le autorità non sono più tanto soddisfatte; la gente, invece, esulta.
Ama il color zafferano, ama la libertà.

Lo so, è impossibile, non per niente è una visione… ma forse…
Forse se si trovasse un’azienda tessile, o un gruppo di aziende… aziende visionarie, spregiudicate…
Forse si potrebbe offrire una tunica color zafferano agli atleti e alle federazioni sportive interessate.
Forse aiuterebbe a fare un po’ di casino, almeno.
Forse qualcuno di voi conosce qualcuno nel tessile… ?

Annunci