Tu credi più a un politico o a uno scienziato?

Grande merito ad Al Gore che con il suo film e il suo libro intende sinceramente fare del bene all’umanità, all’ambiente e ai giovani offrendo loro "un obiettivo generazionale; l’euforia di un irresistibile dovere morale; una causa comune". Peccato che sbagli tutto il resto. A cominciare dai fondamenti scientifici. Nel suo libro – molto emozionante, non c’è che dire – cita in modo vaghissimo "duemila scienziati, in un centinaio di paesi". Ma la sua tesi, che è poi la stessa che si sente ormai in tutti i tg e programmi vari, è scientificamente falsa. A dirlo, ovviamente, non sono io, ma il presidente onorario della Società Italiana di Fisica, Renato Angelo Ricci, e un docente di Chimica Ambientale, Franco Battaglia. Cito: "Al Gore fonda tutto il suo ragionamento su due fatti, entrambi veri: la CO-2 è un gas serra e, dalle misure eseguite sulle carote di ghiaccio estratte dai ghiacciai polari, si osserva una correlazione tra le variazioni di concentrazione di CO-2 occorse nel passato e le variazioni di temperatura". Correlazione sì, ma Al Gore lascia intendere che sia la CO-2 a causare l’innalzamento delle temperature. Invece è vero esattamente il contrario. E’ il surriscaldamento a causare l’aumento di CO-2. "Cos’è allora che determina, oggi come nel passato, il riscaldamento? Anche qui, la risposta è semplice: bisogna innanzitutto essere consapevoli che tutte le attività degli oltre 6 miliardi di esseri umani sono un nonnulla rispetto all’attività di quel gigante, lassù nel cielo, che è il nostro sole". Bum. Ci risiamo. Un altro caso in cui il problema è reale, ma la colpa non è principalmente nostra. Questo vuol dire fottiamocene dell’ambiente? Assolutamente no. Ma facciamolo ascoltando prima la scienza, e non i politici masochisti.
(Citazioni da "L’inganno ambientalista. Verdi fuori, Rossi dentro". Seguiranno altri post sulle fonti energetiche e su altra paccottiglia che ci smerciano i nostri favolosi media)

11 commenti su “Tu credi più a un politico o a uno scienziato?

  1. CiaoComeSto ha detto:

    beccati questa notiziola sugli incendi sotterranei
    http://it.geocities.com/notiziariorosate/incendi.html

  2. anonimo ha detto:

    Mi permetto di segnalare questa pagina:
    http://aspoitalia.blogspot.com/2007/07/comprereste-una-centrale-atomica-usata.html
    Scaricare il pdf e leggerlo.
    L’Osvaldo.

  3. normal ha detto:

    io credo solo a quello che vedo… e quello che vedo non mi piace/

  4. vincenzillo ha detto:

    ccs, grazie. Molto interessante. Ne “l’inganno ambientalista” vengono segnalati anche i vulcani come produttori giganteschi di CO-2.

    L’Osvaldo, prendo atto dell’errore contenuto nel libro. Il nucleare costa di più di quanto scritto lì. Ok. Le 440 centrali esistenti nel mondo spenderanno di più per avere l’uranio. Ok. Ma non ti viene il dubbio che sia una puttanata colossale per noi italiani pagare le bollette più care d’Europa perché non abbiamo nessuno dei 440 reattori? E non ti viene il dubbio che chi ci ha convinti di eliminarle ora avrebbe il dovere di mobilitarsi per riaverle? Io applaudirei chiunque lo facesse, in primis gli ambientalisti; poi se la destra o la sinistra ci riuscissero anche senza di loro, per me va bene uguale.

    Inoltre, prendo atto che il signor Libero non sfiora minimamente la tesi da me riportata, e cioè il fatto che è il global warming la CAUSA dell’emissione di CO-2, e non il contrario.

    Aggiungo: io ho letto l’articolo. Tu hai letto il libro?

  5. vincenzillo ha detto:

    normal, io invece non posso fare a meno di fare teorie. In base a quello che vedo, che leggo, che temo, che spero.

  6. anonimo ha detto:

    Non so più da che parte cominciare, Vincenzo. Ti dico solo che io sono “ecologista”, se così ti piace definirmi, fin da ragazzino. Avevo 17 anni quando mi sono iscritto al WWF. Ho letto libri e pubblicazioni a riguardo. Ho rischiato di fare geologia, più tardi, quando studiavo economia, avevo cominciato una tesi sull’impronta ecologica e sul fatto che molti prezzi sono bassi perché non valutano i costi ambientali. Leggendo testi (stranieri, prevalentemente economisti anglosassoni: Pearce, per citarne uno) a riguardo. Ho un misto di cultura scientifica, economica e politica. Creata da studi, esperienze e interessi personali. Se ti interessa, visto che per te è fondamentale, non sono mai stato comunista, anzi, verso il PCI e tutti coloro che ne hanno fatto parte ho sempre avuto una certa allergia. Quindi, un panphlettino pubblicato da libero, il giornale, con la prefazione di quel giocatore di trecarte che è quello sfigato di Brunetta non mi svela certo nulla di nuovo. Conosco il signor Battaglia, del quale ho letto spesso interviste, con tesi che non stavano né in cielo né in terra. Che per screditarle basta un minimo di buon senso e una conoscenza del globo terracqueo anche da semplice contadino.
    Trovo che in Italia non ci sia mai stata una politica ambientale. Né di destra, ma è prevedibile, né di sinistra, e la cosa l’ho sempre reputata grave. Tanto per dire una nota di costume, i circoli caccia in toscana e in emilia sono sempre stati dentro i circoli arci.
    Forse rinunciare al nucleare è stato un errore. Anche se dire che da quello dipende il prezzo attuale dell’elettricità è francamente superficiale. Ma tornarci, oggi, sarebbe un errore maggiore. Perché è un’energia vecchia, di 50 anni. I costi non eguaglierebbero i benefici. A livello economico, dico. Questo spiega bene il signor Libero, non il giornale. Questo è visibile dalle politiche economiche ed energetiche attuali di francia, germania e spagna, per esempio. Questo non spiegano i non ecologisti dell’ultima ora. Questo non affronti tu, quanto il signor Libero spiega investimenti e studi sul solare e l’eolico.
    Se vuoi ti posso trovare numerosi scienziati e libri che sostengono che l’Aids non esiste, che la cura ai tumori è stata scoperta da tempo, che bere la propria piscia fa benissimo, che l’uomo non è mai stato sulla luna, che.
    Una volta pensavo che il mondo per salvarsi aveva bisogno di filosofi. Oggi, penso che c’è troppa gente che fa filosofia.
    L’Osvaldo.

  7. vincenzillo ha detto:

    L’Osvaldo, parto dal fondo.
    Come tu sei laureato in economia, io lo sono in filosofia. Quindi difendo il mio diritto a pensare filosoficamente, nei limiti delle mie esigue capacità.
    Sul nucleare tu dici “I costi non eguaglierebbero i benefici.” La stessa cosa dice Battaglia su eolico e solare. E dunque?
    “Trovo che in Italia non ci sia mai stata una politica ambientale.” Anch’io trovo che sia così. Ma se il più grande successo rivendicato da chi le propugna è stato l’annullamento di una fonte energetica che perfino ambientalisti della prima ora (James Lovelock, fondatore di Gaia; Patrick Moore, fondatore di GreenPeace) oggi sostengono, stiamo freschi.
    Sul tuo essere ecologista non ho nulla da dire. L’ecologia mi sembra una grande cosa. E’ qui da noi, come sempre, che tutto è un gran casino, e questo casino io riscontro che ci ha fatto già commettere errori in passato basandosi sul nulla. WWF e l’ambientalismo italiano in genere, tutto rigorosamente a sinistra, a me sembra un fatto che grida vendetta.

  8. vincenzillo ha detto:

    Dimenticavo: sul fatto che l’ecologia sia una gran cosa e sulla necessità che vada a braccetto con l’economia, sono d’accordo con te.

  9. anonimo ha detto:

    “Sul tuo essere ecologista non ho nulla da dire. L’ecologia mi sembra una grande cosa”

    semplicemente geniale, divino, ispirato, ineguagliabile

    cmq bravo vincenzi’, gliele hai cantate per le feste! batti cinque!

  10. vincenzillo ha detto:

    Adoro i contestatori ironici.

Per 6 mesi questo blog assume la presidenza dell'Ue. Sono ammessi solo commenti sinceramente europeisti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...