Napolitano legge questo blog

Il Presidente Napolitano legge questo blog. La prova è che giusto ieri parlavo dei benefici dello schierarsi, e oggi lui che fa? Si schiera. Contro la pm Forleo e a favore di D’Alema e Fassino, i due integerrimi politici pesantemente implicati nei fattacci bancari che sappiamo. Inoltre, cito: "secondo Napolitano, è da giudicare «improprio» ogni paragone fra la situazione attuale e quella del 1992, che si svolgeva in un «contesto politico assolutamente diverso contraddistinto da una crisi profonda» del sistema politico." Che fa, Presidente, tenta di sviare? Suvvia, un Presidente non può essere così poco lucido. Probabilmente in quegli anni la sua vista era annebbiata dalle lacrime per il crollo definitivo e inappellabile del socialismo reale, ma oggi? Oggi la politica non è in crisi? Diciamo la verità: è solo una certa ideologia, la sua cara ideologia, a non essere in crisi. O forse per lei le due cose coincidono? Diciamo la verità: un emulo del giustizialista Di Pietro ha sgarrato e ha osato scagliarsi contro i buoni e i giusti. Questo, è il vero problema per voi. Ma le avete innescate voi le bombe, voi con la vostra presunta superiorità morale. Dovevate aspettarvelo che prima o poi una vi sarebbe scoppiata in quel posto. Se anche oggi legge il mio blog, Presidente, ci pensi.